Galvanized Yankees

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Galvanized Yankees

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 25 Feb 2009 - 22:58

Circa 6000 prigionieri confederati la cui nascita era principalmente straniera (anche se non mancarono uomini provenienti dal profondo sud) si arruolarono per combattere gli indiani alla frontiera. Costoro non erano certo dei traditori, piuttosto era un modo per evitare la vita, di stenti e sofferenze, che comportava la detenzione nei campi di prigionia e che spesso portava alla morte. Il Nord reclutò sei reggimenti, numerati 1°, 2°, 3°, 4°, 5° e 6° U.S.Volunteer(s) soprannominati Galvanized Yankees, e furono attivi alla frontiera negli anni 1864-66, e per quello che ne so si comportarono bene. Purtroppo le mie lacune sulle unita' dell'Unione escono fuori in questa stringata sintesi.Embarassed

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Galvanized Confederates

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 25 Feb 2009 - 23:00

Similmente al Nord, anche al Sud si tentò l’esperimento di reclutare i prigionieri. Sotto l’autorità del Ministero della guerra del 28 settembre 1864, si autorizzò la formazione di unità di cittadini stranieri e dal 10 novembre anche il permesso di arruolare i prigionieri di nascita estera, che finirono per essere i componenti principali di tali unità soprannominate Galvanized Confederates. Le motivazioni erano le stesse delle loro controparti al Nord
1° battaglione straniero di fanteria. Fu organizzato a Richmond il 16 ottobre 1864 con tre compagnie(A,B,C), fino al 28 febbraio 1865 le compagnie aumentarono fino a 10,formando così il reggimento di fanteria Tucker anche chiamato 1° reggimento di fanteria Legione Straniera. Per completare i ranghi arrivarono prigionieri da Salisbury N.C. -Florence S.C. -Richmond Va. I prigionieri erano prevalentemente cittadini inglesi, servì come genio-pionieri e venne assegnato all’Armata del Tennessee di Johnston con la quale si arrese il 26 aprile 1865. Comandante Colonnello J.R. Tucker.
Brooks battaglione straniero di fanteria. Una volta organizzato con 6 compagnie, il battaglione entrò nel servizio confederato il 17 novembre 1864. Formato da cittadini inglesi ed irlandesi, ma anche da molti soldati unionisti che si spacciavano per inglesi. Quando il battaglione fu chiamato in servizio, insieme ad altre unità, per contrastare la marcia di Sherman su Savannah, tentò un ammutinamento il 17 dicembre, in conseguenza di questo avvenimento il battaglione fu sbandato. Comandante Maggiore J.H. Brooks.
2° battaglione straniero di fanteria. Anche chiamato 2° battaglione di fanteria Legione Straniera, entrò in servizio il 13 febbraio 1865. Formato da 6 compagnie a Salisbury N.C. da prigionieri in prevalenza inglesi e francesi. Il 28 marzo viene rinominato 8° battaglione di fanteria confederato. Assegnato nel Nord Carolina settentrionale, sembra che partecipò ad alcune scaramucce a Salisbury. Si arrese il 12 aprile 1865. Comandanti Tenente-colonnello G. Andrews e Maggiore R.T. Fouch.
Brush battaglione di fanteria. Il 6 novembre 1863 fu reclutato questo particolare battaglione , composto da 5 compagnie e formato da prigionieri confederati (Disertori e criminali comuni) miliziani e coscritti, che per ottenere la libertà dovevano combattere gli indiani alla frontiera. Poco si sa della storia del battaglione, neppure il nome del comandante (Maggiore brush?). Quest’ultimo battaglione ovviamente non puo’ esser considerato “galvanized”.
Esiste almeno un altro battaglione di prigionieri di guerra formato a Mobile nel 1864 ma in questo momento non ricordo le fonti. Appena la mia vacillante memoria si riattiva lo posterò.
Salutoni Claudio
Sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 16 Mar 2009 - 20:45

Di sudisti diventati nordisti non ne so niente, ma pare che alcuni nordisti "galvanized" combatterono al fianco dei sudisti sullo Yadkin River, in North Carolina nell'Aprile 1865. Questi yankee facevano parte delle esigue forze del generale Zebulon York che si opposero a un raid di Stoneman e permisero a delle unità confederate e al presidente Davis di fuggire a sud.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re:Galvanized Confederates

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 16 Mar 2009 - 21:19

Puo' darsi che siano quelli del 2° battaglione straniero che entrarono in azione in Nord Carolina in aprile 1865.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 17 Mar 2009 - 17:10

Sì sì molto probabile dato che lo scontro sullo Yadkin River avvenno poco dopo lo sgombero della prigione di Salisbury. Forse furono arruolati proprio da York che in quel periodo aveva il compito di arruolare prigionieri di origine straniera.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 27 Ott 2009 - 23:59

Se a qualcuno può interessare ho appena trovato questa foto di alcuni prigionieri confederati a Rock Island, sul fiume Mississippi, che giurano fedeltà all'unione e che verranno poi mandati ad ovest a combattere contro gli indiani.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

*

Messaggio  Ospite il Mer 28 Ott 2009 - 0:15

Ogni foto immortala momenti di quel periodo ke altrimenti sarebbero sconosciuti.Spero di poter dire che siamo tutti interessati a qualsiasi foto del periodo storico della CW.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 28 Ott 2009 - 0:20

Bella foto, proprio nel momento che hanno il braccio alzato per giurare.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Galvanized Yankees

Messaggio  james longstreet il Gio 29 Ott 2009 - 9:28

La fotografia e' sicuramente molto interessante,su questo caro Beauregard non posso che condividere quanto detto dal nostro Angelo e da Cheatham!! Anche io non conoscevo l'esistenza di galvanized yankees,che combatterono nelle guerre indiane!! Conoscevo invece l'esistenza di vari battaglioni confederati composti da prigionieri nordisti e successivamente da stranieri,che comunque ebbero alterne vicende!!
con stima
James Longstreet
avatar
james longstreet
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 17.01.09
Età : 28
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Generale Meade il Dom 11 Nov 2012 - 10:17

Prigionieri confederati a Point Lookut nel 1864 - Maryland - che prestano giuramento.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Generale Meade il Gio 15 Nov 2012 - 12:14

Ufficialmente si chiamavano "United States Volunteers" ma venivano descritti come "prigionieri ribelli" o "disertori", cosa che però risultò ben presto non corrispondere alla realtà e offensiva nei loro confronti. Una volta arrivati nel lontano West poi, l'accesa fantasia popolare del luogo arrivò a definirli "white-washed rebels", letteralmente "ribelli imbiancati a calce", ma finirono per essere chiamati col nome a loro più consono che gli diede il giornalista S. Bowles del "Republican" di Springfield, Massachusetts, nome che poi li portò a essere universalmente conosciuti, ossia: "Galvanized Yankees".
Provenivano perlopiù dagli stati di confine della CSA, in particolare dal Tennessee, dal Nord Carolina e Kentucky più alcuni stranieri (sopratutto tedeschi con alcuni irlandesi). Il I Volontari per esempio, era composto dal 40% di uomini provenienti dal Nord Carolina, dal 15% di virginiani, un 10% circa di stranieri e il restante da tutto il resto della CSA.
Con i seimila volontari provenienti dalle prigioni unioniste di Point Lookout, Rock Island e Alton, Camps Douglas, Chase e Morton, furono organizzati 6 reggimenti. Prima di pensare di spedire nel West questi uomini, furono fatti dei tentativi di utilizzarli nel fronte orientale della CW.
L'idea di utilizzare prigionieri confederati riciclandoli nell'esercito USA venne al comandante della prigione di Point Lookout, generale G. Marston, nell'inverno del 1863. Avuto il benestere del segretario alla Guerra E.M. Stanton, si mise all'opera. Si cercavano marinai da arruolare nella US Navy. Non vi fu grande entusiasmo al riguardo tra i prigionieri confederati, anche perchè ben pochi di loro erano marinai, e nel campo di prigionia di Rock Island ci furono persino dei confederati irremovibili che si organizzarono per boicottare il progetto. Fu il generale B. Butler a suggerire a Stanton che tali prigionieri sarebbero stati molto di più motivati ad arruolarsi nell'esercito che nella marina USA. Stanton riferì la cosa a Lincoln, che subito si entusiasmò al punto da stilare una lista di domande, una sorta di test psicologico di oggi, da porre alle potenziali reclute. Il compito fu affidato al gen. Butler tramite il segretario di Lincoln, John Hay, e richiese molto tempo, dato il grande numero di prigionieri (8.000) da interrogare.
Fu fatta una cernita da cui furono scelti abbastanza uomini da formare un reggimento di "ribelli pentiti" o "transfughi": il I° Fanteria Volontaria. Gli ufficiali erano tutti unionisti, tranne alcune eccezioni, sotto la guida del colonello Charles Dimon. Al reggimento furono affidati compiti di polizia a Norfolk e sotto lo stretto controllo degli ufficiali unionisti il reggimento si distinse come un corpo di ottimi soldati. Come test supremo di lealtà al giuramento fatto all'Unione, furono messi alla prova a Elizabeth City (Nord Carolina), il 27 luglio 1864. La prova fu superata, anche se la missione fu di scarso rilievo, dato che, a parte qualche colpo sparato in aria a dei guerriglieri in fuga, furono solo presi alcuni cavalli e alcune balle di cotone.
La cosa non fu gradita però a un personaggio del calibro di Grant. Rimase turbato dal fatto e protestò vivamente asserendo che: "Non è giusto esporli là dove, essendo stati prigionieri, si sentirebbero dei disertori". Grant si oppose drasticamente e inesorabilmente al piano di usare i "Galvanized Yankees" contro i confederati, e ordinò pertanto il trasferimento del I° Reggimento Volontari alla frontiera nordoccidentale, a Milwaukee (Wisconsin), nel dipartimento del nordovest, sotto il comando del generale John Pope. Inutile dire che la notizia fu accolta con entusiasmo dagli ex prigionieri confederati. Durante il trasferimento il reggimento venne diviso. Sei compagnie procedettero per St. Louis, sotto gli ordini del colonello Dimon, mentre le rimanenti quattro continuarono per Milwaukee.
Arrivate a St. Louis alle sei compagnie fu ordinato di prendere una nave che le avrebbe trasportate sino a Fort Rice, nel Territorio Dakota. Durante la lunga traghettata lungo il fiume Missouri, per via della noia e delle restrizioni, alcuni soldati scelsero di disertare. La cosa preoccupò non poco il colonello Dimon, giovane ufficiale di 23 anni. Se ci fosse stato un ammutinamento di massa infatti, egli non avrebbe avuto che pochi ufficiali unionisti e solo l'equipaggio della nave, contro 600 uomini circa, per arginare la rivolta. Purtroppo l'inesperienza giocò a sfavore del colonello. Fece processare e giustiziare un presunto disertore, nonostante l'articolo di guerra che vietava esecuzioni senza l'approvazione del presidente.

Nel West il I° Reggimento Volontari di "Galvanized Yankees", e gli altri 5 che via via vi arriavarono di seguito (comprese le quattro compagnie inviate nel Minnesota, trasferite poi nell'estremo Kansas, a combattere gli indiani ostili), combatterono contro diverse bellicose tribù, tra cui la tribù di Sioux Hunkpapa, guidati da un capo del calibro di Toro Seduto, e contro la più bellicosa delle tribù Cheyenne, quella dei Soldati del Cane.
Le diserzioni decimarono sicuramente molto di più delle frecce indiane le compagnie di "Galvanized Yankees" nel West. Quando fu congedata la compagnia H, formata da 97 ex prigionieri provenienti dell'Alabama e dalla Georgia, e che aveva operato in 5 diversi distretti militari nel West (compreso, caso unico, il New Messico), solo un terzo di coloro che formarono la compagnia in origine era ancora presente nei ranghi.
Molti di coloro che furono congedati a fine guerra (l'ultima compagnia, la H, fu congedata il 13 /11/1866) scelsero di restare nel West.
Il distaccamento del I° Reggimento Volontari fu congedato nell'ottobre del 1865, e nell'ultima uscita del suo giornale si potè leggere questa poesia:

"Stiamo andando a casa, sulla schiuma del Missouri
Mentre la rossa luce del sole brilla.
Verso il Sud soleggiato, dalla terra della siccità,
Ridotti in cenere per la rivolta."

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mar 6 Gen 2015 - 23:18

Navigando ho trovato un articolo riguardante un confederato arruolato nel 1° reggimento "Galvanized Yankee" che riprende alcuni temi citati nel post precedente dal ns Meade. L'ho tradotto qua di seguito:
Soldato semplice Wright Stephen Batchelor, compagnia A (Chicora Guards), 47 ° Reggimento fanteria del Nord Carolina.
Wright Stephen Batchelor, un contadino della contea di Nash, si arruolò nella compagnia A del 47 ° Reggimento Truppe del Nord Carolina, il 4 febbraio, 1862. Servì, a quanto pare senza incidenti, fino a quando fu catturato nella battaglia di Bristoe Stazion (14 ottobre 1863) e imprigionato a Point Lookout. Nei primi mesi del 1864 le autorità federali interrogarono i detenuti di Point Lookout sulla loro volontà di prestare giuramento di fedeltà e di arruolarsi nell'Esercito o nella Marina degli Stati Uniti. Circa un ottavo degli ottomila prigionieri accettarono di abbandonare la Confederazione. Wright fu arruolato nel servizio federale il 24 febbraio 1864.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il 28 marzo gli uomini, dei quali il quaranta per cento circa erano del Nord Carolina, furono ufficialmente organizzati nel 1st Regiment U.S. Volunteers. (Gli ex confederati erano anche informalmente chiamati ‘Galvanized Yankees’). Wright fu assegnato alla Compagnia F del nuovo reggimento. I motivi che spinsero i prigionieri di guerra confederati a cambiare la loro fedeltà, rimangono speculazioni, ma senza dubbio includevano un autentico sentimento pro-federale, incapacità psicologica o fisica a sopportare i rigori della vita carceraria, e un istinto di autoconservazione e come si può immaginare, alcuni si arruolarono nell'esercito degli Stati Uniti con la ferma intenzione di fuggire alla prima occasione e ricongiungersi ai loro compagni.
Il 1° si trasferì a Norfolk, in Virginia, nel mese di aprile 1864, a seguito di diverse settimane di addestramento da parte dei loro ufficiali (tutti del New England), divenne un ‘corpo militare di prima classe’, ma anche se il reggimento a fine luglio fece una incursione Elizabeth City, l'alto comando federale non era entusiasta nell’usare i ribelli contro i loro ex compagni.
"Non è giusto", scrisse il Generale Grant, “esporli dove, se presi prigionieri, sarebbero stati trattati da disertori”. A seguito di questo i ‘Galvanized Yankees’ furono ordinati lontano dai fronti principali. Il 15 agosto 1864 il reggimento lasciò Norfolk col piroscafo direzione New York, e quindi partì per Chicago tre giorni più tardi. A Chicago il reggimento fu diviso: sei compagnie viaggiarono in direzione St. Louis (Missouri), e quattro, inclusa la compagnia F, furono inviate a Camp Reno a Milwaukee (Wisconsin).
Il soldato Wright S. Batchelor diserta dall’esercito nordista a Milwaukee il 14 settembre 1864, portando con se il suo fucile Enfield e un equipaggiamento completo, zaino, tascapane, borraccia per un valore di 28$.
Il suo tragitto nelle seguenti settimane rimane sconosciuto, ma arrivò a Sud attraversando le linee federali. (Si presume che il suo viaggio fu via terra, ma è anche possibile che Batchelor fuggì in Canada, prese contatto con gli agenti ribelli colà presenti, che gli fornirono un passaggio su un violatore di blocco fino a Wilmington).
Il suo nome non compare nell'ultimo ruolino esistente della compagnia A del 47 ° North Carolina, che copre il periodo 1 settembre -31 ottobre 1864, quindi è presumibilmente che che Batchelor raggiunse i suoi compagni nelle trincee Petersburg dopo tale data. Rientrò nei ranghi e fu uno dei dei settantasette membri del reggimento, che si arrese ad Appomattox CourtHouse il 9 aprile 1865.
Batchelor camminò da Appomattox fino alla sua fattoria nella contea di Nash. Sua moglie, vedendolo arrancare lungo la strada, corse a salutarlo, ma Batchelor non la lasciò avvicinare: era talmente infestato da pidocchi che si fece riempire una vasca di acqua nel cortile in modo che potesse fare un bagno prima di salutare la sua famiglia.
Nel frattempo, l'esercito federale era alla sua ricerca. Il nome di Batchelor appare su una ‘descrittiva lista di disertori’ datata 30 aprile 1865, a Fort Rice nel territorio del Dakota, egli era ancora indicato come un disertore quando la compagnia F fu sciolta e congedata a Fort Leavenworth in Kansas il 10 maggio 1866.
Wright Stephen Batchelor  è seppellito nel cimitero di German Ward, nella sua contea di Nash in Nord Carolina.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 7 Gen 2015 - 11:42

Grazie per aver tradotto l'articolo, è una storia interessante.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 7 Gen 2015 - 18:30

Considerando che i 'Galvanized Yankees' furono mandati ad operare lontano dal fronte e che i 'Galvanized Confederates' furono per lo più convertiti in genio pionieri, direi che l'esperimento non fu un grande successo per entrambe le parti. Diserzioni e ammutinamenti dimostrano che per la grande maggioranza questi uomini cambiavano bandiera per togliersi dalle sofferenze della prigionia e per poter scappare se capitava l'occasione, non avevano intenzione alcuna di combattere contro i loro ex commilitoni e il loro Paese.

claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Generale Meade il Mer 7 Gen 2015 - 20:38

Caro Cheatham, il soldato senza braccia nella foto, è lo stesso del racconto del tuo post? Se si, sai mica quando perse gli arti?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 7 Gen 2015 - 21:30

Generale Meade ha scritto:Caro Cheatham, il soldato senza braccia nella foto, è lo stesso del racconto del tuo post? Se si, sai mica quando perse gli arti?

Meade

Il soldato nella foto è indicato come lo stesso dell'articolo, in quanto alle braccia credo che sia un effetto ottico, aveva ingannato anche me, in realtà sono oscurate dalla cornice.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3207
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Generale Meade il Gio 8 Gen 2015 - 7:30

Grazie Very Happy
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Galvanized Yankees

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum