TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  HARDEE il Sab 23 Apr 2016 - 3:08

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Signori e Signore, buongiorno.

Di concerto con il Generale Meade si è deciso di  sviluppare la proposta dell’utente Banshee, cioè di trattare degli argomenti per Campagne e a tal proposito si è considerato teatro di guerra del Tennessee Orientale.n tale territorio che possiamo definire: “Ribelle ai Ribelli” la fazione Unionista  fu predominante, tanto che Il territorio fu in gran parte considerato ostile alla Confederazione e pertanto occupato “manu militari” dalle forze secessioniste.
                                      *

Nel febbraio del 1861 gli abitanti del Tennessee manifestarono con il 55% dei voti il loro voleredi rimanere nell’Unione, benché il neo presidente Lincoln non avesse ottenuto un solo voto, tale situazione precipitò dopo Fort Sumter e l’arruolamento di 75 000 uomini da parte del governo dell’Unione, infatti a maggio del1861
una nuova elezione diede la maggioranza alla fazione secessionista con il 69% dei voti. Il Tennessee fu uno degli ultimi Stati a secedere, ma fu secondo  alla Virginia come numero di eventi bellici.

Presentazione del programma e gli argomenti che intendiamo sviluppare:

                                                                                                                               ***

1° Parte a cura del Generale Hardee:

 Campagna Unionista

 I-   Elezioni del 1860
II  - Secessione incompleta
III  - Il governatore Isham Harris
IV – Knoxville città ribelle ai ribelli
V- Occupazione da parte dei Confederati
VI- Il Generale Burnside accolto come liberatore
VII- Occupazione del Cumberland Gap
VIII- Battaglia di Blountville
IX Battaglia di Blue Springs
X – Burnside richiesto a Chattanooga.
                                                                                                              **

2° Parte a cura del Generale Meade

Campagna Confederata

I -Spedizione Longstreet
II -Forze Confederate in campo
III-Burnside e Longstreet marciano paralleli
IV-Forze Unioniste in campo
V-Battaglia di Campbell’s Station
VI- Assedio di Knoxville
VII-Battaglia di Fort Sanders
VIII-Grant invia Sherman a Knoxville
IX –Ritirata di Longstreet
X- Battaglia di Bean’s Station.

Vi ringraziamo per ogni aiuto, suggerimento o correzione che vogliate darci o segnalarci.

                                                                                                                      Grazie

                                                                                                                Meade/Hardee


P.S.

Nella prima parte le Battaglie non sono corredate da cartine, poiché gli autori non hanno trovato mappe esaustive


                                                                                                                   ****


Ultima modifica di HARDEE il Ven 19 Ott 2018 - 22:36, modificato 1 volta
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 23 Apr 2016 - 9:15

Bella iniziativa, è un argomento molto interessante e decisamente sconosciuto. Sposto però nella sezione più corretta.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
P.G.T. Beauregard
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2908
Data d'iscrizione : 02.09.08

http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  R.E.Lee il Sab 23 Apr 2016 - 9:19

Cari Mesde ed Hardee,
Bravissimi! Avete scovato un argomento poco trattato ma interessantissimo! Attendo con ansia gli sviluppi...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4031
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 23 Apr 2016 - 12:01

Bravi, il dinamico duo è tornato in azione!!!! Very Happy
Ottima iniziativa, tra l'altro fra i tennessiani delle due fazioni con correva buon sangue.

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3466
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  HARDEE il Lun 20 Giu 2016 - 23:14

Le Fatidiche elezioni del 1860


Gli elettori si recarono alle urne con la certezza che il periodo dei compromessi era finito; il  Compromesso del Missouri del 1820 e il  Compromesso del 1850 erano stati spazzati via dal Kansas-Nebraska Act  del 1854 che de facto rendeva la schiavitù un’istituzione  legale, qualora l'assemblea  popolare di uno Stato l’avesse votata.

Questa Legge provocò una profonda frattura nei partiti nazionali,  il Partito Democratico  si divise in due Partiti : i democratici del Nord e democratici del Sud che alle elezioni presentarono separatamente i loro  candidati: Stephen Duglas per il Nord e  il già vicepresidente John  Breckinridge per il Sud.


Vedi Tabella N° 1


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />




Il candidato Abraham Lincoln  vinse in quasi tutti gli Stai al di sopra della linea Mason Dixon,  mentre al Sud prevalse il candidato  Breckinridge salvo che nello Stato del Tennessee .


Vedi Tabella N° 2



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />



Il Tennessee rappresentò un'anomalia nell'universo degli Stati cotonieri e questa singolarità è da ricercare sia nella posizione geografica come nell'origine dei suoi abitanti.


CONTINUA








HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  R.E.Lee il Mar 21 Giu 2016 - 8:19

Non mi pare una grossa anomalia. Il Tennessee voto' per Bell: Un altro candidato democratico così come fecero il Kentucky e la Virginia stati ad esso confinanti. Mi pare più anomalo il voto del Maryland se di anomalie vogliam parlare: Lo stato dove vi era praticamente la capitale dell'unione voto' per Breckinridge, praticamente a favore della secessione.

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4031
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  HARDEE il Mar 21 Giu 2016 - 10:14

Signori, buongiorno

John Bell (18 febbraio 1796 - 10 Settembre, 1869) fu uno dei politici anteguerra più importanti del Tennessee. Nel 1860 si presentò come candidato alla presidenza con il Partito Costituzionale dell'Unione, mantenendo una posizione neutrale sulla questione della schiavitù

Anche se un proprietario di schiavi, Bell è stato uno dei pochi politici meridionali contrario all'espansione della schiavitù e fu un vigoroso antisecessionista.

Durante la sua campagna presidenziale del 1860, sostenne l’Unione dichiarando che la Costituzione avrebbe protetto la schiavitù, e, con tale argomento ottenne il successo elettorale nel Tennessee,

Dopo la battaglia di Fort Sumter, nel mese di aprile 1861, Bell abbandonò dolorosamente la causa dell'Unione e dopo la secessione del Tennessee si ritirò a vita privata.


CONTINUA



HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  HARDEE il Mar 6 Set 2016 - 2:16

Signori, buongiorno.

Storia del Tennessee

Come Eva  fu generata da una costola di Adamo così  lo Stato del Tennessee nacque da un’estensione dello Stato del  North Carolina, come si può ben vedere dalla figura sottostante.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



Nel 1722 l’Associazione Watauga ( più conosciuta come Transsylvania Company), con il trattato di "Sycamore Shoals", acquistò e affittò dagli indiani Cherokee ampi territori compresi fra i fiumi Kentuchy e Cumberland, ovvero parti degli attuali Stati del West Virginia, del kentuchy e del Tennessee Orientale.

Il governo della Corona giudicò illegali la vendita e la locazione dei territori, come d’altronde fecero i Cherokee conosciuti come la fazione: del Chickamagua, che osteggiarono sempre l’espansione dei coloni verso l’ Ovest fino a culminare nelle sanguinose guerre Cherokee-Americane (1776-1794).

In queste Guerre si distinsero i capi : Dragging Canoe e il suo successore John Watts, ma a seguito delle distruzioni dei villaggi molti Cherokee migrarono ad Ovest del fiume Mississippi dove il Governatore Spagnolo* di New Orleans gli concesse asilo: Le distruzioni e i massacri terminarono dopo la firma del trattato di Tellico-Blockhouse del 1794.


* I territori a ovest del Mississippi erano diventati spagnoli a seguito del Trattato di Parigi del 1763 che pose fine alla mondiale Guerra dei Sette Anni,; una delle clausole del trattato contemplava appunto la cessione della Florida all’Inghilterra, da parte della Spagna, e l’acquisto della Spagna degli ex territori francesi (Louisiana).


CONTINUA




HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  HARDEE il Gio 15 Set 2016 - 1:42

La nascita dello Stato di Franklin

Lo Stato della Carolina di Nord, durante la “Guerra d’Indipendenza”, si era fortemente indebitato con lo Stato federale e per saldare il debito propose (nel 1784)  al Congresso l’alienazione  dei suoi territori a Ovest dei Monti Appalachi, cedendo  così la responsabilità amministrativa al Governo Centrale. Sentendosi liberi  gli abitanti dei territori in questione nominarono dei delegati, che  riuniti a Jonesburough, deliberarono di staccarsi dal Nord Carolina e costituire uno Stato indipendente.

Nello stesso anno i delegati, nuovamente riuniti, respinsero un progetto di Costituzione, quasi noocratico, dove l’elezione era  limitata agli avvocati o ad altri professionisti.

Nel 1785 L’assemblea diede il nome di” Franklin” al nascente  Stato (in onore di Benjamin Franklin) e stabilì come capitale Greeneville ( Contea di Greene), ma una petizione presentata al Congresso non ottenne i voti necessari perché lo Stato di Franklin fosse ammesso all’Unione, infine, verso la fine del 1785 venne approvata una costituzione molto simile a quella dello Stato del North Carolina.

Lo Stato di Franklin era costituito dalle contee riportate nella figura sottostante.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />





onh Savier fu nominato governatore e lo stato nascente  cominciò a funzionare come uno Stato indipendente, anche in assenza di un riconoscimento dell'Unione, ma questi moti indipendentistici destarono  l'attenzione del governo del North Carolina che cominciò a riaffermare il controllo sulle contee separatiste.  Questa riaffermazione del North Carolina e le divisioni interne al nuovo Stato portarono questo ad una crisi  che lo condannarono ad una breve durata, nei fatti lo stato di Franklin cessò di esistere all’inizio del 1789.

Nella cartina sottostante è evidenziato il nucleo centrale e la capitale dello Sato di Franklin (Knoxville)


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />


Nella figura sottostante  invece è riportata una cartina inerente l'orografia del Tennessee Orientale.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />





CONTINUA


Ultima modifica di HARDEE il Dom 2 Ott 2016 - 6:55, modificato 1 volta
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 21 Set 2016 - 23:07

Avevo letto qualche tempo fa, quasi per caso, dello stato di Franklin e l'avevo scritto nel forum, ora ho le idee più chiare sulle sue origini.

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3466
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Nascita dello Stato del Tennessee

Messaggio  HARDEE il Dom 25 Set 2016 - 8:03

Sempre nel 1789   i rappresentanti dello Stato del North Carolina, all’atto della ratifica della Costituzione degli Stati Uniti, firmarono la cessione delle terre occidentali; il Congresso  designò l’area come: “Territorio degli Stati Uniti a sud del fiume Ohio e il Presidente
G. Washington nominò William Blount come governatore.

Le forti migrazioni aumentarono considerevolmente la popolazione tanto che nel 1795 si raggiunse il numero sufficiente di abitanti per costituirsi come Stato; fu indetto un referendum  che diede una considerevole vittoria (con una maggioranza di 3 a 1) per  l’adesione all’Unione.

Il governatore Blount  convocò a knoxville i delegati delle contee per redigere una Costituzione, in seguito gli elettori scelsero:John Savier come governatore  William Blount e W.Cocke come senatori e Andrew Jackson come membro della Camera dei Rappresentanti.

La nascita dello Stato pose un problema al Congresso degli Stati Uniti, poiché a differenza del Vermont ( 14° Stato -1791) e del Kentucky (15° Stato-1792)  il Tennessee era un territorio federale e questo fatto causò delle incertezze sulla procedure da adottare, tuttavia il 1 giugno 1796  ne fu approvata l’ammissione come 16° Stato con capitale Knoxville*  e i  confini occidentali  furono estesi  al corso del fiume Mississippi.

*Nashville divenne capitale nel 1843.

In  figura lo Stato del Tennessee

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />



In figura la prima bandiera dello Stato del Tennessee


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />










CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Tennessee- uno Stato diviso dalla geografia

Messaggio  HARDEE il Dom 2 Ott 2016 - 6:49

Se si osserva (sull'Atlante) la mappa geografica del Tennessee si nota subito che lo Stato appare diviso quasi in metà, la parte orientale montuosa, mentre quella occidentale prettamente pianeggiate.

La presenza di rilievi si riflette sul clima e sull'economia: coltivazioni di grano e allevamento di bestiame nella parte orientale, grandi coltivazioni di cotone nella parte centrale e in quella occidentale.



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />



CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Tennessee- uno Stato diviso dalla Religione

Messaggio  HARDEE il Dom 8 Ott 2017 - 18:50

Signori, buongiorno


Nel Tennessee Orientale emigrarono molte persone appartennti alla Confessione dei Quaccheri,il cui nome deriva del temine inglese "quaker" = tremante, questo perché durante le loro riunioni alcuni avevano delle manifestazioni esteriori (tremiti estatici) quando ritenevano  essere illuminati dallo "Spirito Divino "

I Quaccheri si  distinguevano dalle altre confessioni coeve per il fatto che erano irrispettosi  nei riguardi  della nobiltà, davanti alla quale non si toglievano il cappello e questo procurò loro  molte inamicizie che sfociarono  in persecuzioni, alle quali resistettero con spirito di martirio.

Naturalmente negli Stati Uniti non esiste una nobiltà davanti a cui genuflettersi, ma la Confessione dei Quaccheri si procurò molti nemici  per la loro caparbia lotta alla schiavitù, nonché alla proibizione al consumo di alcolici.

Durante i primi anni di formazione dello Stato del Tennessee (1796) nella Convenzione costituzionale c'era il supporto necessario per conferire  i diritti di: residenza, proprietà e voto alla popolazione afroamericana libera,ma dopo anni di lotta, queste tesi furono sconfitte definitivamente nella  Convenzione del 1834

Intanto la popolazione afroamericana era aumentata dai circa 4000 dell'inizio del secolo a circa 145.000 nel 1830 fino a rappresentare, nel 1860, il 25% dell' intera popolazione del Tennessee (che ammontava  a circa 1,1 Milioni)  e considerando la natura de terreno gli afroamericani  erano  concentrati,  prevalentemente, sia nel Medio  come nell'Ovest dello Stato.

Qualche notizia sui  Quaccheri

Questo movimento cristiano trae la sua origine dei Puritanesimo i (Calvinismo puritano), la Confessione si concentra  sul sacerdozio dei credenti; i membri si chiamano "Amici" e rifiutano  le gerarchie ecclesiastiche e sacramentali, inoltre rifuggono dalla guerra, e dal formulare giuramenti.

I quaccheri  preferivano definirsi "Società degli Amici di Gesù" dal Vangelo  Di Giovanni: passo (15.14).

VEDI

15 La vita e i tralci
15.9 L'amore cristiano

15.14 "Voi siete miei amici, se farete quello che vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il padrone; vi ho chiamato amici, perché vi ho fatto conoscere tutto quello che ho udito dal Padre mio. Non siete voi che avete eletto me,ma io ho eletto voi e vi ho destinati, perché andiate e portiate il frutto, e il vostro frutto sia duraturo; affinché qualunque cosa voi chiederete al Padre in nome mio, Egli ve la conceda Questo vi comando: di amarvi scambievolmente.

Un tempo si distinguegavo per l'uso dell' arcaico del pronome  thou al posto  del comune you (vedi alcuni esempi dell'uso del pronome  (thou) di seconda persona)


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]





La loro funzione religiosa consiste in un' ora di raccoglimento silenzioso. Il silenzio può essere rotto da qualche intervento spontaneo da chi, fra i presenti senta il bisogno si esprimere brevemente le sue sensazioni, questo tramite una breve preghiera  o una citazione tratta dalla Bibbia.


CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Lotta contro la schiavitù dei quaccheri

Messaggio  HARDEE il Dom 8 Ott 2017 - 20:08

Greeneville  e il movimento abolizionista


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Come già accennato l’Est del Tennessee  fu sede di un forte  movimento abolizionista influenzato dalla dalla consistente presenza di quaccheri che immigrarono dalla Pennsylvania nel 1790; uno di questi quaccheri Elihu Embree (1782-1820) fondò il primo giornale abolizionista “The Emancipator” alla morte  di questi il testimone passò  all’abolizionista Benjamin Lundy che dall’Ohio si strasferì a Greneville dove acquistò i macchinari da stampa di Embree  e  continuò l’opera del suo predecessore.
Dopo due anni si trasferì a Baltimora dope appoggiò  la campagna dell’Abolazionista William Lloyd Garrison
di cui divenne socio.

William Lloyd Garrison (1805-1879)
È conosciuto soprattutto come direttore del giornale abolizionista radicale The Liberator e come uno dei fondatori  promosse l'"immediata emancipazione" degli schiavi negli Stati Uniti. Garrison era anche un'importante voce a favore del  suffragio universale e critica nei confronti della diffusa tradizionale ortodossia religiosa che supportava lo schiavismo e si opponeva al suffragio alle donne.


L’influenza dei quaccheri non tardò a farsi  azione: nel 1807 Ezechia Balch* liberò i suoi schiavi presso il tribunale  Greene Country, Samuel Doak* fondatore del Tusculum College li liberò nel 1818 e così via  nel corso degli  anni, tanto alcuni si offrrono per pagare il passaggio in Liberia , dove si era formata una colonia
per gli schiavi liberati. Tutti questi fatti resero inviso il Tennessee Orientale da parte dello Stato prevalentemente schiavista.

E' chiaro che l'elemento reliìgioso, considerata la determinazione  dei quaccheri,fu una causa determinante nella divisione dello Stato del Tennessee.

N.B.

* Il Reverendo Ezechia Balch e Samuel Doak fondarono La First Presbyterian Church nel 1780

CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 8 Ott 2017 - 22:05

Molto interessante generale!

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3466
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Tennessee uno Stato diviso dalla Politica

Messaggio  HARDEE il Mer 20 Dic 2017 - 14:07

Signori buongiorno.

Nelle elezioni del 1860 nel Tennessee il Presidente Lincoln non ottenne un solo voto, infatti essi premiarono il il candidato Bell noto per le sue convinzioni Unioniste. Il governatore dello Stato Isham Harris (convinto secessionista) nel febbraio del 1861 indì un referendum per l’elezione di una Convenzione, al fine di valutare l’eventuale separazione dall’Unione, ma il 55% dei cittadini chiamati al voto bocciarono la proposta.

La fedeltà all Unione era ancora salda , ma il 74% degli elettori del Tennessee Occidentale
optò per la secessione e questo pesò molto negli sviluppi successivi.

Nel mese di aprile il Presidente Lincoln ,a seguito dell’attacco a Fort Sumter, chiese agli Stati di fornire 75.000 soldati, questa mobilitazione palesò a tutti cittadini del Tennessee che la guerra era imminente e che bisognava scegliere da che parte stare.

Nel mese di giugno Il governatore Harris e l’Assemblea generale, con una risoluzione, chiesero di aderire alla Secessione, sottoposta al voto popolare , questa risoluzione, ottenne il voto del 69% dei cittadini del Tennessee , pertanto a giugno del 1861 il Tennessee aderì alla Secessione.

Lo Stato rimase comunque diviso, l’antischiavismo aveva profonde radici nel Tennessee Orientale, dove il primo quotidiano antischiavista fu fondato ne 1819 e nel 1833 i cittadini di Greeneville presentarono una petizione per chiedere l’abolizione della “ come la definirono la “ Peculiare istituzione ”,
pertanto, a seguito della Secessione, si tennero riunioni a Knoxville , Kingston e più di 400 delegati parteciparono alla Convenzione di Greeneville per secedere dal Tennessee secessionista e unirsi come Stato indipendente all’Unione.

In un primo tempo il Governatore Isham Harris seguì una politica di conciliazione poi cominciò a sopprimere il sentimento unionista ed esigere un giuramento di fedeltà: fu chiuso il giornale Knoxville Whig e arrestato, con l’accusa di tradimento, il direttore William Brownlow.

Le reazioni non si fecero attendere il ministro presbiteriano William Blount Carter di Elizabthton guidò una rivolta contro i confederati e fece bruciare molti ponti per impedire alle truppe secessioniste di occupare il territorio e permettere ai federali di arrivare.

Il mancato intervento degli unionisti permise ai confederati di attuare una radicale soppressione; Il Governo dello stato inviò il generale Felix Zollicoffer ad occupare “ Manu militari” Il Tennessee Orientale. Centinaia di sospetti ribelli furono arrestati, cinque bruciatori dei ponti furono impiccati e i simpatizzanti unionisti internati, questo determinò la fuga di tanti simpatizzanti unionisti che andarono, per lo più, ad arruolarsi nell’esercito dell’Unione.

Dei due Senatori dello Stato A.o.P. Nicholson si dimise , mentre l’altro Andrew Johnson (poi vicepresidente nelle elezioni del 1864) rimase fedele all’Unione; dei rappresentati fu arrestato Thomas R.C. Nelson.

La posizione strategica del Tennessee indusse il governo dello Stato ad arruolare 55.000 soldati
e stanziare 5 milioni di $, nonché a provvedere allla costruzione delle difese di Fort Henry (Tennessee River) e Fort Donelson ( Cumberland River) a difesa dello Stato.

CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Burnside libera il Tennessee Orientale

Messaggio  CSS Virginia il Sab 12 Gen 2019 - 16:38

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Le cose iniziarono a cambiare quando, il 19 gennaio 1862, le forze unioniste sotto la guida del generale George H. Thomas, sconfissero le truppe confederate del generale George B. Crittenden a Mill Springs. La vittoria unionista, sebbene non fosse nemmeno avvenuta in territorio del Tennessee (era difatti avvenuta in Kentucky), fu da apripista alle offensive dell’Unione rivolte contro tale stato, perché, oltre a fermare l’offensiva confederata in Kentucky, aprì una linea di passaggio attraverso il Cumberland Gap, via attraverso cui le forze dell’Unione avrebbero potuto penetrare nello stato diviso.

Il 1 febbraio del 1862 avvenne infine la tanto attesa offensiva unionista contro il Tennessee. Il primo ostacolo a cui le truppe del generale Ulysses S. Grant si trovarono di fronte erano i forti Henry e Donelson, che bloccavano il fiume Tennessee e di conseguenza il percorso della flotta fluviale unionista, al comando dell’ufficiale Andrew Hull Foote. Tuttavia, una combinazione di fattori tutti favorevoli all’Unione (armi navali efficienti, forti piogge e il pessimo posizionamento delle fortificazioni confederate a Fort Henry) permisero a Grant prima di occupare Fort Henry con poche perdite e poi, concentrato la sua attenzione su Fort Donelson, di conquistarlo dopo meno di una settimana.

Le vittorie di Grant a Fort Henry (6 febbraio 1862) e Donelson aprivano quindi all’Unione la possibilità di avanzare verso Sud, costringendo le forze confederate alla ritirata. Le stesse truppe di William Joseph Hardee stanziate a Bowling Green (Kentucky) ricevettero l'ordine di ripiegare su Nashville ed entro pochi giorni abbandonarono in mani unioniste l'intero Kentucky. A questo punto l’intero fianco della Confederazione era scoperto: ciò comporto il ritiro totale delle forze militari confederate dal Tennessee Nord-occidentale. Tra le città che caddero sotto il controllo unionista vi fu la stessa capitale dello stato, Nashville, che i confederati evacuarono appena una settimana dopo la caduta di Fort Donelson.

La situazione sul fronte occidentale si stava facendo quindi critica per la Confederazione. Le forze di Grant e Buell minacciavano di proseguire verso sud, seguendo il corso naturale del fiume Mississippi e tagliando de facto in due la Confederazione. Tale piano unionista (Anaconda) avrebbe impossibilitato la Confederazione di ricevere rinforzi e rifornimenti dal Texas e attraverso la frontiera con il Messico, dove stava per iniziare un nuovo conflitto.

Per respingere l’invasione unionista e “riparare” il fronte occidentale, il generale confederato Sidney Johnston escogitò un piano: avrebbe attaccato Grant nella regione di Shiloh, prima del suo ricongiungimento con Buell, e avrebbe respinto lui e i suoi soldati nei terreni paludosi intorno al torrente Owl Creek, dove Grant, senza poter ottenere rifornimenti o rinforzi dal fiume Tennessee, sarebbe stato costretto alla resa. L’attacco sudista ebbe un clamoroso successo iniziale, ma alcuni gravi contrattempi (tra cui la morte stessa di Johnston a causa di fuoco amico) permisero a Grant di far arrivare tre divisioni di rinforzo, che capovolsero rapidamente la situazione.

Sul fronte orientale, nel frattempo, l’esercito dell’Unione, sebbene fosse riuscito a fermare l’invasione confederata del Maryland ad Antietam, continuava a subire pesanti sconfitte ad opera di Lee, come ad esempio nella battaglia di Fredericksburg. In seguito a questa battaglia, il generale unionista Burnside aveva rassegnato le proprie dimissioni, rifiutate da Lincoln (che preferì “reindirizzarlo” al governo militare unionista dell’Ohio). Burnside pose il suo comando a Cincinnati, nel sud dello stato, in modo da poter controllare con facilità l’ancora turbolento Kentucky.

Quando nel 1863 Lincoln chiese a Burnside di “liberare” il Tennessee orientale, già di fede unionista e occupato militarmente dai confederati, e di prendere il controllo delle miniere di salgemma della confederazione nella zona di Abingdon, Burnside radunò oltre 12.000 uomini.  Questi erano divisi in tre brigate:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

- La Brigata indipendente del IX Corpo, al comando del Colonnello John F. De Courcy

• 86° fanteria Ohio                                  (86° OH)

• 129° fanteria Ohio                                (129°  OH)

• 22° batteria Ohio

• 9° Cavalleria Tennessee                       (9 °TN)

• 11° Cavalleria Tennessee                     (11° TN)



- La 3° Brigata, 4° Divisione, XXIII Corpo, Brigata Generale James M. Shackelford

• 9°  Cavalleria Michigan                       ( 9° MI)

• 2°  Cavalleria Ohio                               (2° OH)

• 7° Cavalleria  Ohio                               (7° OH)

• 2° Fanteria a cavallo Tennessee           (2° TN)

• 11 batteria Michigan

• 1 batteria Tennessee



- E la 1° Brigata 3° Divisione XXIII Corpo, sotto il Colonnello Samuel A. Gilbert

• 44° Fanteria Ohio                              (44° OH)

• 100° Fanteria Ohio                            (100° OH)

• 104° Fanteria Ohio                            (104°OH)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Mappa del teatro delle operazioni

Continua
CSS Virginia
CSS Virginia
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.01.18
Età : 23
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty L' ASTUTA CATTURA DEL CUMBERLAND GAP

Messaggio  HARDEE il Lun 30 Dic 2019 - 15:43

Liberazione/Occupazione del Tennessee Orientale


La città di Knoxville era un centro molto importante per la Confederazione  ivi si intersecavano le linee ferroviarie della Georgia Railroad e  della Virginia Railroad,
Le disposizioni del Presidente Lincol al Generale Burnside consistevano nell’occupazione delle le saline  di  Abington ( Virginia), nonché alla liberazione del Tennessee Orientale, dove  i fedeli all’Unione compivano continue operazioni di sabotaggio contro  i confederati che consideravano invasori.
Come già scritto nell’intervento precedente il Generale Burnside  disponeva di parte dei due corpi d’armata: il IX e il XXIII, ma dovette ritardare l’operazione perché il IX Corpo fu inviato come rinforzo al Generale Grant nella Campagna di Vicksburg.

Non disponendo di tutte le forze al suo comando il Generale Burnside inviò una forza combinata di Cavalleria e fanteria al comando del Generale di Brigata William P. Sanders , a metà giugno  gli uomini di Sanders  interruppero le comunicazioni e distrussero le ferrovie isolando la città di Knoxville  controllate dal Dipartimento Confederato del Tennessee Orientale al comando del Maggior Generale Simon B. Buckner.

Nell’agosto del 1863 il IX corpo fece ritorno in Kentucky e   dopo un breve riposo  si unì alle operazioni che già iniziate nel Tennessee  dove il Generale Burnside aveva  inviato  il Colonnello John F. De Courcy, con una piccola unità, a nord della posizione confederata del  Cumberland Gap, mentre il restante della sua armata  era penetrata  nel Tennessee per vie impraticabili  a  circa 64 km  a sud dal Cumberland Gap , dove  nonostante  le cattive condizioni delle strade l’esercito Unionista  mantennero una media di marcia  di 40 km al giorno.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Alll’ intensificarsi  dele azioni Unioniste  il comandante confederato aveva  richiesto rinforzi al Generale Bragg che invece gli ordinò di raggiungerlo a sud  di Chattanooga  e di lasciare, a difesa del territorio ,solo due  Brigate: una al Cumberland Gap  e un’altra a est di Knoxville, quindi di passare le consegne al  Maggior Generale Samuel Jones come suo sostituto  al comando  del Dipartimento.

Il  2 settembre una forza di cavalleria dell’Unione occupò senza colpo ferire la città di Knoxville, dove il 3 settembre la forza principale di Burnside  fu accolta calorosamente dalla popolazione.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il giornale riporta la notizia dell'entrata in Knoxville delle truppe unioniste e ritrae  giubilo della folla.

CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 30 Dic 2019 - 16:30

Grande generale Hardee a riprendere il resoconto!!!
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3466
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty L'astuta cattura della Gibilterra Americana

Messaggio  HARDEE il Mer 1 Gen 2020 - 21:47

La Gibilterra americana, così ebbe a definirla il Generale U.S. Grant in considerazione della sua strategica posizione, ma nonostante ciò questa forte posizione  fu catturate dalle opposte fazioni per ben  quattro volte  e  in modo poco cruento.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

All’Inizio del conflitto fu occupata dai confederati comandati dal BG Felix Kirk Zollicoffer, e fino al 1862 la posizione rimase indisturbata, poi a seguito di un ordine diretto del Presidente Lincoln, che intendeva liberare i simpatizzanti Unionisti  del Tennessee orientale, le forze Unioniste al comando del Generale  Samuel  P. Carter  tentarono inutilmente da marzo ad aprile 1862 di catturare la posizione, che  fu abbandonata  il 18 giugno dello stesso anno  a seguito di un’azione diversiva degli Unionisti che circondarono le difese  Confederate passando attraverso la Virginia (Contea di Lee).

Il Generale sudista BG Carter Stevenson comandante della piazza si ritirò indenne, lasciando l’agognata posizione al Generale unionista  George W. Morgan che provvide a rinforzare la già formidabile posizione, ma alcuni mesi dopo 20.000 confederati al comando del Generale Edmund Kirby Smith aggirarono e isolarono  le difese nordiste che  il 17 settembre 1862, per mancanza di rifornimenti, furono costrette ad abbandonare  il Cumberland Gap  bruciando tutte le  vettovaglie  rimanenti e  spingendo i loro pezzi d’artiglieria pesante lungo la montagna, poi con una  coraggiosa azione di ritirata verso nord  Il Generale Morgan condusse i suoi uomini alla salvezza

Nell’estate del 1863 la posizione, ancora in mano confederata al Comando del Generale Frazer, si trovò nella stessa posizione delle forze nordiste del Generale Morgan, poiché  le linee di rifornimento lungo le cime delle montagne attorno al Gap  divennero insostenibili; inoltre considerato che gli Unionisti controllavano  gran parte del territorio circostante la posizione aveva perso  la sua importanza strategica.

Situazione nell'estate del 1863

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

CONTINUA


Ultima modifica di HARDEE il Ven 10 Gen 2020 - 1:46, modificato 1 volta
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty ASSEDIO DEL cUMBERLAD GAP

Messaggio  HARDEE il Gio 9 Gen 2020 - 16:28

L’assedio del Cumberland Gap.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Immagine del Cumberland Gap

Fra il 7 e il 9 settembre  1863 (data della resa delle forze confederate) il Cumberland Gap fu investito a nord dalle  forze unioniste al comando del Colonnello John F. De Courcy  composte da

Brigata Indipendente del IX Corpo, comprendente il:

86° Ohio fanteria
129° Ohio Fanteria
22° Ohio Batteria
8° Tennessee Cavalleria
9°   Tennessee  Cavalleria
11° Tennessee  Cavalleria

Nonostante il numero delle unità impiegate la forza reale era esigua,circa 1700 uomini, per cui il Colonnello  John De Courcy  ricorse ad una serie di stratagemmi:
si mantenne una  distanza utile (4 miglia), fece spostare continuamente le unità combattenti, cambio i numeri dei reggimenti  sui berretti dei soldati: dal numero 86 fece apparire l'8°, il 6°, il 9° e il 98° regimento, stessa cosa fu  fatto con il 129° e con  altre unità.

I Confederati  furono ingannate da questi stratagemmi tanto che valutarono la consistenza delle  forze unioniste  a 16 reggimenti (dai 16.000 –20.000 uomini).

A sud  invece l Cumberlan Gap venne investito  a sud dalle forze del Generale Jarmes M. Shackelford composte dalla:

3° Brigata – 4° Divisione – XXIII CORPO comprendente il:

9° Michigan Cavalleria
2° Ohio Cavalleria
7° Ohio Cavalleria
2° Tennessee Fanteria a cavallo
11° Michigan Batteria
1° Tennessee Batteria

A cui si aggiunsero i rinforz, al comando  dello stesso Generale Burnside, composi dalla:

1° Brigata -3° Divisione  del  XXIII Corpo -Colonnello Samuel  A. Gilbert ,comprendente il:

44° Ohio Fanteria
100° Ohio Fanteria
104 Ohio Fanteria

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



A questo punto occorre aprire una breve parentesi a proposito del Colonnello De Courcy ( vediamo ritratto nella fotografia sottostante)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


John Fiztroy De Courcy  era un nobile anglo-irlandese (nel 1875 , alla morte dei cugini, diventò il  Barone irlandese  Kingsale), militare di carriera si era arruolato  all’età di 16 anni nel 47° reggimento  di fanteria britannico, in seguito servì  per molto tempo l’Impero britannico nelle Indie Occidentali poi nella Guerra di Crimea come comandante di unità ausiliarie turche; nel 1861 si recò negli Stati Uniti dove ottenne una commissione come  colonnello del 16°  regimento Ohio  di fanteria.
Nel 1864, quando  il suo mandato come comandante del 16° Ohio ebbe termine, tornò al servizio dell’Impero britannico come amministratore coloniale, si poi  spense
Firenze  nel 1890.

NOTA

Con il termine Indie occidentali gli europei del XV secolo indicavano quell'insieme di isole nel continente americano collocate fra la Florida e il Venezuela e comprese fra il Mar dei Caraibi, il Golfo del Messico e l'Oceano Atlantico.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il Colonnello De Courcy era un soldato di grande esperienza, considerato dei suoi subalterni crudele ma giusto, aveva partecipato alla presa del Cumberlan Gap (nel giugno del 1862) agli ordini del Generale Morgan e nel conseguente abbandono (nel settembre del 1862), nonché alla strategica ritirata attraverso un territorio ostile  per cui aveva una consumata esperienza  sulla natura del territorio.

La storia di De Courcy merita attenzione, poiché  pur essendo il principale artefice della resa confederata al Cumberland Gap fu, al termine della Campagna, posto agli arresti per ordine del Generale Burnside.

CONTINUA
HARDEE
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1911
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 68
Località : Torino

Torna in alto Andare in basso

TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI. Empty Re: TENNESSEE ORIENTALE, TERRITORIO RIBELLE AI RIBELLI.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum