Cause della guerra

Pagina 2 di 15 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Mar 16 Feb 2010 - 11:27

nel libro che stò leggendo "guerra d'america-raccontata da un combattente del sud", un annetto prima dello scoppio delle ostilità vi è un interessante conversazione frà il protagonista del libro, che frà l'altro è un emigrato francese sbarcato in sud carolina ed un cittadino dello stesso stato pure lui emigrato dalla francia da tempo. "La maggior parte di noi è di origine francese-dice l'emigrato più "anziano"- nel nord la maggior parte di loro sono di origine inglese, sono secoli che ci facciamo la guerra, prima o poi scoppierà anche qui! ". questa conversazione mi ha fatto ricordare quanto affermato più volte dall'amico forrest come anche il conflitto etnico possa esser stato una delle cause della guerra.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Mar 16 Feb 2010 - 19:45

Effettivamente si potrebbe quasi ipotizzare una guerra tra la matrice latino-ispanico-francese del Meridione e quella Sassone ed Anglosassone del Settentrione.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Gio 4 Mar 2010 - 16:00

George Armstrong Custer ha scritto:Scusate,sarà pure logico come affermate,ma è la prova che il motivo principale per il quale gli Stati secessionisti volevano uscire dall'Unione non era legato a motivi di indipendenza o di autonomia,bensì per salvaguardare la schiavitù nei loro territori,istituzione che essi sentivano minacciata dall'elezione di Lincoln alla presidenza USA.


caro george, non d'accordo !!! Very Happy (..e ti pareva... Razz )
che sia stata la schiavitù il motivo più reclamizzato come "causis bellis" è fatto oramai conclamato. ma non fù quello principale. nel libro "guerra d'america-raccontata da un combattente del sud", il protagonista ha un dialogo interessante con il figlio di un ricco possidente e suo futuro cognato. le tariffe doganali sono il bersaglio del suo interlocutore come l'innesco principale che fece scoppiare il conflitto. cito più o meno alla lettera (più meno che più): " con i dazi protettivi e le tariffe,-afferma il giovane- vogliono far pagare al sud le spese per lo sviluppo del nord!".

lee


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 4 Mar 2010 - 17:52

Caro Robert, la teoria economica in base alla quale le cause profonde della guerra civile fossero da ricercare nelle mire di un Nord protezionista sostenuto dagli industriali e dai loro supporters politici, contro un Sud liberista, ha trovato tempo fa molto credito da parte degli storici.Queste mire,a mio avviso,ci furono, ma ebbero il carattere di una conseguenza della guerra in atto e non propriamente di una causa.
Secondo me,la crescente industrializzazione,in ultima analisi, rappresentò una spinta profonda nello scatenare la guerra e qui entrò in gioco la schiavitù esistente nel Sud. La grande richiesta di cotone sui mercati sia in America che in Europa, dovuta alle necessità dell'industria, fece sì che la schiavitù fosse sempre più necessaria per i proprietari terrieri del Sud per mandare avanti la loro economia fondata esclusivamente sulle piantagioni.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2470
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Gio 4 Mar 2010 - 18:06

caro george...capisco !
però visto e considerato che lincoln più volte ebbe a dire che non intendeva mettere il naso sulla questione della schiavitù laddove essa già esisteva, il fatto che il fattore primario che scatenò la secessione potesse essere proprio questo, mi sembra un anacronismo. sul fatto che nelle ordinanze della secessione venisse citata la difesa della schiavitù come uno dei motivi della secessione stessa, mi sembra cosa pertinente. gli stati del sud stavano cercando di tutelare il loro sistema economico alla vigilia di una prevedibile crisi che non si sapeva bene che sviluppi avrebbe poi avuto.

lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Gio 4 Mar 2010 - 22:12

Infatti nelle ordinanze di secessione si parlava di schiavitù non come cardine ideologico della società ma come cardine economico. Fossero state le rape o le mucche, sarebbero state citate quelle nelle ordinanze e non gli schiavi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  vittorio migliavacca il Ven 5 Mar 2010 - 13:13

Si potrebbe dunque affermare che il conflitto fu inevitabile, determinato da cause persino estranee all'America stessa e che il sud venne trascinato in esso per i capelli. Ma allo stesso modo si potrebbe affermare esattamente il contrario.
Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Mar 9 Mar 2010 - 17:30

Generale Meade ha scritto:"...Chiaramente ciò non toglie che una parte della popolazione degli stati nordisti abbia partecipato a cuore aperto al conflitto col solo principio di abolire la vergognosa istituzione dello schiavismo.

Saluti, Meade

l'aliquota dei soldati unionisti che partecipò al conflitto con l'obbiettivo sopracitato, fù risibile.

lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Generale Meade il Mar 9 Mar 2010 - 18:10

Caro Lee,

in base a quali dati hai tratto tali conclusioni?

Forse il libro " La Capanna dello Zio Tom " erano tutte fantasie, ma colpirono al cuore moltissima gente, se non la maggioranza civile della gente del Nord e oltre. Cosa vuol dire ciò? Forse che il resto della popolazione era insensibile alle fantasie di una donna che voleva estremizzare innocenti comportamenti di alcuni proprietari di schiavi perchè sapeva che erano i fondo in fondo tutte fantasie?

Io non penso che i settentrionali fossero all'oscuro di quello che accadeva sotto di loro. Tutt'altro. Un conto è turarsi il naso e tirare a campare, un conto è prendere atto di qualcosa e sapere di poter fare poco o niente al riguardo. Quando ne ebbero l'occasione, probabilmente molti (perchè pochi?) di lore si tolsero il famoso sassolino dalle scarpe. No?

Saluti, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3986
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Ven 12 Mar 2010 - 15:39

Generale Meade ha scritto:Caro Lee,
così e troppo facile. E' colpa anche dei nordisti se i sudisti si sono divisi prima delle elezioni facendo vincere così Lincoln? Io penso che i confederati le loro belle colpe le hanno sul fatto di aver provocato una guerra che invece si poteva benissimo evitare rispettando le leggi allora vigenti. Diversamente tutto diventa possibile o contestabile.


Saluti, Meade.

caro meade,
la guerra nella primavera del 1861, temo fosse difficilmente evitabile. unica via d'uscita: lasciare andare in pace gli stati secessionisti, come premeva una larga parte della popolazione del nord. lincoln e la sua cricca invece non potevano, per tante ragioni già più volte citate nel forum, lasciare andare via dall'unione gli stati del sud. lincoln aveva bisogno di un pretesto per portare la popolazione recalcitante alla guerra dalla sua parte. fort sumter fù l'innesco giusto ed i sudisti, glielo servirono in un piatto d'argento. forse furono un pò stupidi, forse un pò arroganti nel pensare che il nord non avrebbe reagito o, se lo avesse fatto, lo avrebbero battuto militarmente in poco tempo, con una guerra stile napoleonico. ma pensar che senza fort sumter la guerra non sarebbe mai scoppiata, mi sembra eccessivo.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 12 Mar 2010 - 19:11

So bene di avere un'opinione di minoranza tra gli amici del forum,ma io sono convinto che con una politica più oculata da entrambe le parti (Nord e Sud) la guerra si poteva evitare.Bastava un pò di lungimiranza nel risolvere i conflitti che chiaramente esistevano tra Nord e Sud da parte dei politici di allora e delle classi dominanti dell'epoca.
In fondo,i diversi Stati che componevano l'Unione erano convissuti per tanti anni prima che scoppiasse la guerra civile,e allora perchè non cercare di continuare a convivere ancora? In fondo,se ci riflettiamo bene,anche nel dopo-guerra diversi Stati hanno continuato a convivere e convivono ancor oggi,sempre con i loro attriti e le loro divergenze. L'accettazione del progresso economico e della graduale abolizione della schiavitù erano due fatti che alla fine i Sudisti avrebbero dovuto accettare.Di converso,il Nord con i suoi finanzieri e capitalisti non avrebbero dovuto forzare la mano al Sud, ma invece cercare di dargli una mano nella crescita economica.Quello che è stato imposto con una guerra e con la forza delle armi doveva avvenire pacificamente,in fondo molte menti illuminate del Sud,compresi valenti militari come il gen.Lee ed altri, erano contrari alla secessione.
Invece,prima dello scoppio del conflitto fu un susseguirsi di leggi che hanno solo esasperato gli animi di entrambe le fazioni,non arrivando a nulla,anzi, hanno inasprito la conflittualità. Cito,per es. Il Kansas-Nebraska Act, che organizzava due nuovi terrritori e permetteva ai coloni di decidere essi stessi se tolleravano o no lo schiavismo. Mai vista una legge più assurda che non ha fatto i conti con le conseguenze pratiche di un testo astratto.
Una legge che lasciava il Kansas alle future decisioni dei suoi abitanti avrebbe necessariamente ispirato a ciascuna delle due parti divergenti il desiderio di popolare il Kansas medesimo dai propri adepti, con le conseguenze che poi si sono viste:una guerra civile "in pectore".
Da entrambe le parti (Nord e Sud),la malafede era immensa,alla violenza si rispondeva con la violenza.I giornali abolizionisti scrivevano che i piantatori meridionali provavano un piacere sadico a frustare i loro schiavi,cosa che era falsa nella maggior parte dei casi.Gli schiavisti invece sostenevano che il Kansas non poteva vivere senza schiavi,altra cosa assurda in quanto nel Kansas medesimo non c'erano più di cento schiavi e quindi il problema in pratica non aveva molta importanza.
Tutti questi contrasti si potevano appianare se le parti in lotta avessero esaminato i fatti in modo obiettivo e senza rancori.Dei fatti,però nessuno si occupava.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2470
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Ven 12 Mar 2010 - 19:34

caro george,
riassumendo tutto il tuo "papello" : "per fare a botte bisogna essere in due !!!" Very Happy


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Lun 15 Mar 2010 - 9:37

George Armstrong Custer ha scritto:So bene di avere un'opinione di minoranza tra gli amici del forum,ma io sono convinto che con una politica più oculata da entrambe le parti (Nord e Sud) la guerra si poteva evitare.Bastava un pò di lungimiranza nel risolvere i conflitti che chiaramente esistevano tra Nord e Sud da parte dei politici di allora e delle classi dominanti dell'epoca.
In fondo,i diversi Stati che componevano l'Unione erano convissuti per tanti anni prima che scoppiasse la guerra civile,e allora perchè non cercare di continuare a convivere ancora? In fondo,se ci riflettiamo bene,anche nel dopo-guerra diversi Stati hanno continuato a convivere e convivono ancor oggi,sempre con i loro attriti e le loro divergenze. L'accettazione del progresso economico e della graduale abolizione della schiavitù erano due fatti che alla fine i Sudisti avrebbero dovuto accettare.Di converso,il Nord con i suoi finanzieri e capitalisti non avrebbero dovuto forzare la mano al Sud, ma invece cercare di dargli una mano nella crescita economica.Quello che è stato imposto con una guerra e con la forza delle armi doveva avvenire pacificamente,in fondo molte menti illuminate del Sud,compresi valenti militari come il gen.Lee ed altri, erano contrari alla secessione.
Invece,prima dello scoppio del conflitto fu un susseguirsi di leggi che hanno solo esasperato gli animi di entrambe le fazioni,non arrivando a nulla,anzi, hanno inasprito la conflittualità. Cito,per es. Il Kansas-Nebraska Act, che organizzava due nuovi terrritori e permetteva ai coloni di decidere essi stessi se tolleravano o no lo schiavismo. Mai vista una legge più assurda che non ha fatto i conti con le conseguenze pratiche di un testo astratto.
Una legge che lasciava il Kansas alle future decisioni dei suoi abitanti avrebbe necessariamente ispirato a ciascuna delle due parti divergenti il desiderio di popolare il Kansas medesimo dai propri adepti, con le conseguenze che poi si sono viste:una guerra civile "in pectore".
Da entrambe le parti (Nord e Sud),la malafede era immensa,alla violenza si rispondeva con la violenza.I giornali abolizionisti scrivevano che i piantatori meridionali provavano un piacere sadico a frustare i loro schiavi,cosa che era falsa nella maggior parte dei casi.Gli schiavisti invece sostenevano che il Kansas non poteva vivere senza schiavi,altra cosa assurda in quanto nel Kansas medesimo non c'erano più di cento schiavi e quindi il problema in pratica non aveva molta importanza.
Tutti questi contrasti si potevano appianare se le parti in lotta avessero esaminato i fatti in modo obiettivo e senza rancori.Dei fatti,però nessuno si occupava.

Non credo assolutamente che siate in minoranza a creder tutto ciò, colonnello. Anzi, credo che qui tutti siamo d'accordo nel dire che molte guerre si sarebbero potute evitare con una certa dose di dialogo supplementare.
Accetot anche la visione del fatto che questi stati, nonostante queste differenze, continuino a convivere insieme oggidì, ma a questo vorrei aggiungere la premessa che tutto ciò non è stato minimamente naturale o sorto dal nulla. Come ben sappiamo, le due parti della confederazione americana avevano cessato ogni tipo di dialogo concreto da almeno una decina di anni ed il fatto stesso che si dovessero trovare compromessi di concertazione tra le due parti sottolineava come, di fatto, si riconosceva che esistessero due parti separate in cui era possibile riconoscere due sistemi di vita differenti due sistemi economici differenti ed in molti casi addirittura differenze di provenienza linguistica, di composizione razziale e sociale. Non è un concetto nuovo in quanto oggigiorno le Nazioni Unite costringono, da oltre 15 anni, all'esistenza uno stato del tutto artificiale come la Bosnia in cui le due entità confederate in essa, dopo tre lustri, sono riconosciute come più separate che mai e tenute insieme da un effimero organo confederale.
Per quanto riguarda i contrasti sorti dopo il conflitto, non possiamo dimenticare che questi stati possono convivere e poichè una parte ha vinto sull'altra, ergo questa parte ha modellato lo Stato federale secondo la propria visione centralistica in cui i songoli stati non hanno nemmeno il diritto di "parlare" a livello istituzionale tra loro senza la presenza del Governo Federale. Ne viene che non esistono contrasti che non vengono patrocinati dal governo federale che decide in massima autonomia come e se risolverli e che i singoli stati partono nei confronti del Governo Federale non nello status di chi conferisce a quest'ultimo il potere di coordinazione ma di chi è soggetto a quest'ultimo. Con questa visione, lo stesso concetto di "contrasto" diviene aleatorio.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Mer 14 Apr 2010 - 11:13

Generale Meade ha scritto:


"...Da tutto questo si evidenzia che Lincoln più che abolire la schiavitù era intenzionato ad arginarla negli stati dove già esisteva, impedendole di allargarsi ai nuovi stati dell'ovest. La cosa evidentemente era sgradita ai caroliniani del sud. Sicuramente una maggioranza di stati antischiavisti veniva vista come una minaccia dai sudisti...."

Saluti, Meade


prendo come spunto queste conclusioni di meade per proporre alcune riflessioni. i sudcaroliani avevano seceduto perchè con l'elezione di lincoln veniva loro preclusa la possibilità d estendere al schiavitù ad ovest ? ma una volta seceduto come avrebbero potuto loro stessi estenderla ? goegraficamente parlando non erano che uno staterello affacciato sull'oceano atlantico, ben lontano dall'ovest. non avrebbero avuto più possibilità di combattere politicamente contro i programmi di lincoln sulla schiavitù rimandendo nell'unione ? la solita cosa si potrebbe dire per gli altri stati che seguirono la sud carolina fuori dall'unione. la lotta contro i provvedimenti di lincoln sulla schiavitù e anche sugli altri temi sarebbe stata più efficace se fatta all'interno dell'unione stessa che dal di fuori. no... le cause della secessione e della guerra furono altre. inutile volersi abbarbicare sulla questione della schiavitù, dando la colpa all'ottusità di voler difendere la peculiare istituzione da parte degli stati del sud come l'innesco che dette fuoco alle polveri. oltretutto dubito che il nord avrebbe seguito nella guerra lincoln se il problema principale fosse stato quello di estendere la schiavitù nei territori o meno. come ho già affermato in altri post al momento della sua fondazione, l'unione sorse con un compromesso politico. lo scopo era quello di riunire le colonie sotto un unica bandiera per scacciare gli inglesi dai loro territori. poi si sarebbe visto. probabilmente i padri fondatori speravano che durante il corso dei decenni le PROFONDE differenze che già separavano gli stati del nord da quelli del sud, sarrebbero sta via via limate. ciò non avvenne anzi, successe tuttt il contrario: la forbice che saperava gli stati del nord da quelli del sud era andata addirittura allargandosi negli anni sotto tutti i profili: sociali, economici, culturali e di pensiero su cosa sarebbe dovuta diventare l'unione nel futuro. nel 1860 oramai si trattava di due vere e proprie nazione DISTINTE. l'esperimento di tenere insieme le due sezioni con i compromessi politici e la buona volontà era miseramente FALLITO. la parola passava alle armi: non potendo tenere unita l'unione con le buone era necessario comquistare la parte che aveva seceduto, con la forza. il risultato fù questo: il più forte conquistò militarmente il più debole.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Generale Meade il Mer 14 Apr 2010 - 14:39

Caro Lee,

sicuramente al Sud Carolina importava poco dal punto di vista economico o commerciale se si estendeva la schiavitù nell'ovest, ma dal punto di vista politico il blocco della schiavitù ai nuovi stati per gli stati sudisti schiavisti equivaleva ad avere la minoranza al senato USA che alla lunga sarebbe stata letale per loro. Questa è sicuramente una delle cause primarie della secessione del Sud Carolina, causa comunque sempre legata alla schiavitù.

Saluti, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3986
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Mer 14 Apr 2010 - 19:48

Sono d'accordo con Meade,la Carolina del Sud pensava ai propri interessi e in special modo allo schiavismo che sentiva minacciato dagli effetti che poteva produrre nel paese l'elezione di Lincoln alla presidenza USA. L'ordinanza di secessione del predetto Stato, che ho postato in un topic apposito, è molto chiara al riguardo.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2470
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Gio 15 Apr 2010 - 11:31

Generale Meade ha scritto:Caro Lee,

sicuramente al Sud Carolina importava poco dal punto di vista economico o commerciale se si estendeva la schiavitù nell'ovest, ma dal punto di vista politico il blocco della schiavitù ai nuovi stati per gli stati sudisti schiavisti equivaleva ad avere la minoranza al senato USA che alla lunga sarebbe stata letale per loro. Questa è sicuramente una delle cause primarie della secessione del Sud Carolina, causa comunque sempre legata alla schiavitù.

Saluti, Meade.

uscendo dall'unione, era chiaro che l'avanzar pretese sui nuovi territori, per gli stati del sud, non sarebbe stato possibile. quindi con la secessione decadevano anche le loro pretese sulla possibilità di impiantare la schiavitù in quelle zone. è impossibile che una volta seceduto gli stati sudisti non si fossero resi conto di questo. il problema della schiavitù passò quindi in sottordine. ciò che fù una delle cause principali della secessione fù l'imposizione delle tariffe doganali e dei dazi protettivi. sarebbe toccato al sud ,paese agricolo che viveva esportando i suoi prodotti ed importando materiali finiti, pagare lo scotto di queste nuove imposizioni fiscali o sarebbe stato costretto ad acquistare i prodotti finiti dalle fabbriche del nord, prodotti che per giunta, erano più scadenti di quelli importati dall'europa e più costosi. nel nord erano in ponte una serie progetti a livello federale atti a sviluppare quella parte dell'unione. il paradosso era che sarebbe stato il sud, cioè la sezione più povera e meno sviluppata dell'unione , tramite queste nuove leggi, a dover pagare queste opere che a loro servivano relativamente.

lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Gio 22 Apr 2010 - 11:53

R.E.Lee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:Caro Lee,

sicuramente al Sud Carolina importava poco dal punto di vista economico o commerciale se si estendeva la schiavitù nell'ovest, ma dal punto di vista politico il blocco della schiavitù ai nuovi stati per gli stati sudisti schiavisti equivaleva ad avere la minoranza al senato USA che alla lunga sarebbe stata letale per loro. Questa è sicuramente una delle cause primarie della secessione del Sud Carolina, causa comunque sempre legata alla schiavitù.

Saluti, Meade.

uscendo dall'unione, era chiaro che l'avanzar pretese sui nuovi territori, per gli stati del sud, non sarebbe stato possibile. quindi con la secessione decadevano anche le loro pretese sulla possibilità di impiantare la schiavitù in quelle zone. è impossibile che una volta seceduto gli stati sudisti non si fossero resi conto di questo. il problema della schiavitù passò quindi in sottordine. ciò che fù una delle cause principali della secessione fù l'imposizione delle tariffe doganali e dei dazi protettivi. sarebbe toccato al sud ,paese agricolo che viveva esportando i suoi prodotti ed importando materiali finiti, pagare lo scotto di queste nuove imposizioni fiscali o sarebbe stato costretto ad acquistare i prodotti finiti dalle fabbriche del nord, prodotti che per giunta, erano più scadenti di quelli importati dall'europa e più costosi. nel nord erano in ponte una serie progetti a livello federale atti a sviluppare quella parte dell'unione. il paradosso era che sarebbe stato il sud, cioè la sezione più povera e meno sviluppata dell'unione , tramite queste nuove leggi, a dover pagare queste opere che a loro servivano relativamente.

lee
Bisogna comunque tener conto che è molto difficile supporre che gli stati del Meridione abbiano realmente deciso di secedere a titolo personale. Non vi sono elementi per affermare che, almeno in parte, le secessioni fossero state coordinate, ma diviene difficile affermare che la Carolina Meridionale credesse di non essere seguita da altri stati a breve.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Gio 22 Apr 2010 - 14:21

caro comandante,
in effetti è ipotizzabile il fatto che il sud carolina si prese la briga per così dire, di dare inizio alle danze, sapendo, magari tramite accordi "sottobanco" che ben presto altri l'avrebbero seguita.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 22 Apr 2010 - 14:37

Sono d'accordo anch'io con gli ultimi due interventi;la secessione era nell'aria,ma molti Stati del Sud non volevano secedere per primi,si sentiva l'importanza della decisione che andavano a prendere;uscire dall'Unione, in fin dei conti, non era una cosa tanto facile.Forse gli Stati del Sud speravano in un compromesso dell'ultimo minuto che li facesse recedere dal compiere un passo così grave e delicato?
Come ai tempi del presidente Andrew Jackson,prese l'iniziativa lo Stato più oltranzista del meridione:la Carolina del Sud.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2470
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Gio 22 Apr 2010 - 15:13

Non si potrebe nemmeno escludere che la stesa secessione potesse essere un estremo tentativo di rottura che, nella mente dei meridionali, dovevaprecedere un ulteriore momento di confronto.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Ven 23 Apr 2010 - 12:24

Lloyd J. Beall ha scritto:Ma infatti qui non si arriva al giustificazionismo o, peggio, a cercare di minimizzare le colpe dela "propria fazione" con quelle dela fazione altrui. Chi è filo sudista ha il vantaggio tattico, se mi si passa il termine, di non avere un "Santo" la cui immagine va difesa aldilà delle incongruenze abissali. Il Sud condusse una guerra e lo accetta, mentre sembbra quasi che il Nord abbia combattuto uuna "Lotta Sacra". Quello che viene contestato, nella fattispecie, è la risibile tendenza a parlare di davis come un dittatore liberticida dal momento che, in questo campo, Lincoln si distinse. Qui è che si ferma la capacità logica mia: Se i due presidenti fecero le stesse cose ed, anzi, Lincoln ebbe & esercitò addirittura più potere e più azioni sul propio popolo, perchè, secondo quale equazione, schema o ragionamento i gesti di uno devono essere inquadrati nell'ottica della conduzione di un conflitto mentre quelli dell'altro nell'ottica della visione dittatoriale di uno stato? IL discrimine tra le due personalità è solo nelle simpatie personali di chi le giudica e nel fatto che una ha vinto e l'altra ha perso.

in effetti estendendo il concetto, paragonare la guerra civile ad una crociata per liberare gli schiavi in catene, per chiunque abbia studiato un pò la CW, è una cosa che sfiora il ridicolo..


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  R.E.Lee il Ven 28 Mag 2010 - 11:06

Generale Meade ha scritto:Se non erro, in caso di vittoria di Lincoln, il Sud Carolina dichiarò apertamente che avrebbe secceduto. Che intenzioni losche aveva Lincon con tale stato per farli prendere una simile decisione?

Perchè poi il West Virginia si staccò dallo stato madre quando questo decise per la secessione dall'Unione? Forse che in quei luoghi non essendoci schiavi non c'era bisogno di secedere?

Saluti, Meade

presumo che i dazi doganali, le tariffe protettive furono la molla principale che fece scattare la secessione. questi provvedimenti avrebbero in gran parte danneggiato la confederazione che viveva sopratutto dei commerci con l'estero. negli stati del sud si diffuse la convinzione che volevano far pagare a loro le spese che gli usa dovevano sostenere per il loro sviluppo.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Generale Meade il Ven 28 Mag 2010 - 12:19

Quello a cui ti riferisci riguardo i dazi doganali, fu il primo tentativo di secedere del Sud Carolina, che fu sdegnosamente criticato dagli stessi stati del Sud, prima in testa la Georgia, orgogliosi di far parte dell'Unione. Se la Carolina del Sud diede seguito alla secessione dopo che Lincoln fu eletto, fu solo ed esclusivamente per paura che prima o poi Lincon abolisse la schiavitù, ed essendo un paese che aveva una popolazione di colore uguale se non maggiore di quella dei bianchi, aveva tutto da perdere.

Saluti, Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3986
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Ospite il Ven 28 Mag 2010 - 13:26

R.E.Lee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:Se non erro, in caso di vittoria di Lincoln, il Sud Carolina dichiarò apertamente che avrebbe secceduto. Che intenzioni losche aveva Lincon con tale stato per farli prendere una simile decisione?

Perchè poi il West Virginia si staccò dallo stato madre quando questo decise per la secessione dall'Unione? Forse che in quei luoghi non essendoci schiavi non c'era bisogno di secedere?

Saluti, Meade

presumo che i dazi doganali, le tariffe protettive furono la molla principale che fece scattare la secessione. questi provvedimenti avrebbero in gran parte danneggiato la confederazione che viveva sopratutto dei commerci con l'estero. negli stati del sud si diffuse la convinzione che volevano far pagare a loro le spese che gli usa dovevano sostenere per il loro sviluppo.


Lee

Senza contare che l'intero teorema crolla semplicemente citando il Dealware ed il Maryland che erano pur stati schiavisti dell'Unione...e che il Governo federale poco e nulla fece per garantire agli stati meridionali la stessa incolumità fisica dopo il terrorismo di Brown che aveva come manifesto proposito non quello di liberare alcuno ma in primis un bagno di sangue...di certo l'elezione di Lincoln con i voti di coloro che avevano plaudito a quell'atto sanguinario non rassicurava il Sud...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cause della guerra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 15 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum