Il colonello Elmer E. Ellsworth

Andare in basso

Il colonello Elmer E. Ellsworth

Messaggio  Generale Meade il Gio 4 Feb 2016 - 13:02

Elmer E. Ellsworth, nato a Malta , New York, il 11 Apr 1837 è diventato famoso per essere stato la prima vittima della guerra civile americana. Ecco la sua storia.

Verso la metà di maggio del 1861, aldilà del potomac, da Arlington e per otto miglia a valle del fiume  Alexandria, si potevano ammirare dalla sponda del grande fiume le bandiere confederate. "La popolazione della Virginia ha così permesso a questa gigantesca insurrezione di annidarsi entro i suoi confini e a questo governo non resta altra scelta che affrontarla là dove si trova". Così dichiarò pubblicamente Lincoln.
Alle due del mattino del 23 maggio 1861, le truppe federali oltrepassarono i ponti di washington e andarono a occupare le colline e le alture, per un raggio di dieci miglia quadrate, che dominavano l'area dove era situata la capitale. Di queste truppe, un reggimento spiccava per la particolare temerarietà e agilità. Era l'11 New York Volunteer Infantry Regiment, formato prevalentemente dai pompieri di New York, in uniformi dotate di vistosi calzoni rossi. Chi li aveva reclutati e comandava era un vigoroso giovane, il colonello Elmer E. Ellsworth, ex praticante nello studio dell'avvocato di Lincoln. I due pertanto si conoscevano e avevano entrambi una profonda e reciproca stima. Il reggimento sbarcò direttamente presso Alexandria.
I confederati presero lentamente a ritirarsi, ma una bandiera, la "Stars and Bars", rimase provocatoriamente a svettare in cima a un albergo di Alexandria, il Marshall House Inn. Ellsworth li per lì sembrò non curarsi più di tanto della cosa, ma poi ci ripensò e decise di andare a levare il provocante vesillo. Con 7 uomini entrò nell'albergo, dove furono accolti dall'assonnato proprietario, James W. Jackson, uno tra i più convinti ribelli seccessionisti di Alexandria. Senza tanti preamboli Ellsworth corse su per le scale e andò a togliere la bandiera dalla cima della casa, con grande contrarietà di Jackson che, imbracciata una doppietta, dal fondo di un corridoio buio aprì il fuoco con una canna del fucile in pieno petto al colonello, fulminandolo sul colpo. Si preparò poi a far fuoco contro il caporale Francis E. Brownell, che seguiva subito dopo a Ellsworth, con la seconda canna rimasta carica, ma il caporale lo precedette sparandogli in pieno volto a bruciapelo e infilzandolo subito dopo nel ventre con la baionetta.

Il colonello Ellsworth ebbe funerali di stato con Lincoln che non riusciva a trattenere le lacrime. Così scrisse ai genitori del giovane colonnello: "Nella immane perdita del vs. nobile figlio, la nostra afflizione qui è di poco inferiore alla vostra... Nella speranza che ciò non offenda la santità del vs. dolore ho osato indirizzarvi questo tributo alla memoria del mio giovane amico e del vs. coraggioso figlio prematuramente caduto. Possa Dio darvi quella consolazione che è al di là del potere terreno".

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4025
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum