Il sottomarino H.L. Hunley

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 18 Apr 2009 - 17:27

Volevo far presente che quando nel 2004 i resti degli otto marinai Confederati sono stati seppelliti davanti a migliaia di persone, con una cerimonia in perfetto stile Sudista,con gli onori miltari nel cimitero di Magnolia,a Charleston,tale avvenimento, in America,ha avuto qualche strascico polemico.La presenza di nostalgici del vecchio Sud,la presenza delle bandiere Confederate, non sono state viste di buon occhio dagli attivisti dei diritti civili e dalle comunità nere.Non è stata gradita questa ostentazione dell'orgoglio Confederato da parte di uno Stato del Sud che viene considerato schiavista per antonomasia.
A tale proposito, il prof.Luraghi ha rilasciato al "Corriere della Sera" un'intervista in merito che vi cito,perchè l'ho trovata interessante.Luraghi dice che le polemiche che ci sono state per detta cerimonia sono la conseguenza del "politically correct" che ha sommerso l'USA in merito alla guerra civile americana."Negli anni 60 i traumi della guerra civile erano stati superati; ma la necessità di integrare completamente la popolazione nera ha portato a rivisitare la storia di quel periodo,bollando il Sud con il marchio dello schiavismo,senza tenere conto delle configurazioni reali del fenomeno,con una classica operazione politica.Così è stata buttata a mare la pacificazione storica tra Nord e Sud".

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Mer 29 Apr 2009 - 23:12

Ovvero ancora una volta l'oscurantismo del politicamente corretto ha sommerso le verità storiche...ma poco conta..gli strasichi polemici vi sono ovunque e quei marinai hanno avuto il funerale che meritavano nonostante i mal di pancia di pochi idioti.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Ven 29 Mag 2009 - 21:15, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  R.E.Lee il Ven 29 Mag 2009 - 11:28

le parole del luraghi mi sembrano un pò esagerate. quegli otto valorosi hanno avuto le giuste onoranze funebri. gli attivisti dei diritti civili è le comunità nere potevano evitare di fare tutto quel "baccano", visto che tale cerimonia, non metteva certo a repentaglio la loro esistenza ed i loro diritti acquisiti. si voleva solo rendere il giusto omaggio ad otto eroi.

gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Ven 29 Mag 2009 - 21:18

vi sono, ed er aimpossibile che non vi fossero, persone che oggettivamente cercano ogni pretesto per far polemica; coloro che han avuto da ridire per il funerale dei marinai del CSS Hunley rientrano tra queste. L'America è attualmente una grande democrazia che non ha niente da temere da delle giuste onoranze funebri a cadutidi uno schieramento che, tr al'altro, sono onorati direttament eod indirettamente anche in altre sedi. quei marinai si sono inabissati nella difesa degli Stati confederati; è giusto che venissero sepolti sotto le sue insegne.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 29 Mag 2009 - 21:28

Ritengo che l'ignoranza regni sovrana, le persone che protestavano in america, in quell'occasione, sono probabilmente cresciute con l'insegnamento che i sudisti cattivi hanno combattuto per preservare la schiavitu' etc etc. Come in Italia, facendo un esempio nostrano, molte persone credono che i tedeschi nella seconda guerra mondiale ci hanno invaso e noi ci siamo ribellati. O ancora, parlando della mia citta', se chiedo chi ha bombardato Genova dal mare durante l'ultima guerra, tutti mi rispondono "i tedeschi". Peccato che furono gli inglesi. Sono passati "solo" 150 anni circa, pensate cosa diranno fra 500 o 1000 anni !!!!!!!!!!!!

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 29 Mag 2009 - 21:44

Bisogna ammettere che su questa vicenda,se è parlato molto sulla stampa americana e internazionale.Vi cito quanto ho trovato in merito sui giornali di allora.
"Il recupero dell' Hunley, ritrovato nel 1995 da una squadra di esperti finanziata dallo scrittore di romanzi d' avventura Clive Cussler, è stato preceduto, accompagnato e seguito da un battage «patriottico» imponente. Sono state ricostruite le storie personali dei marinai, cercando di accoppiare ogni nome a ciascuno degli scheletri trovati. In un caso sono stati esumati i cadaveri delle sorelle di uno dei morti per un confronto del Dna. In un altro si è ottenuta l' identificazione grazie alle tacche sui denti provocate dagli aghi per scarpe che il militare, calzolaio prima della guerra, teneva tra i denti mentre lavorava. E alla fine, basandosi sulle forme dei crani, sono stati ricostruiti i visi degli otto marinai, restituiti alla venerazione degli abitanti di Charleston (una delle città più «sudiste» del Sud). In effetti gli otto marinai dell' Hunley, al di là di ogni valutazione «politica», una certa ammirazione la meritano, se non altro per il coraggio. Il sommergibile era un trabiccolo lungo poco più di 12 metri e si muoveva grazie a un' elica azionata a mano dall' equipaggio, controllato con sistemi rudimentali e tutt' altro che stabile sott' acqua. Il siluro non era stato ancora inventato e così per affondare le navi nemiche l' Hunley usava una carica esplosiva sistemata in cima a una lunga pertica che sporgeva dalla prua e che doveva essere conficcata nello scafo avversario. «La nave obiettivo si mosse e impedì al sommergibile di staccarsi dalla pertica - spiega Luraghi -. Così l' Hunley fu affondato dal suo stesso esplosivo»".

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Ven 29 Mag 2009 - 21:52

Bell'articolo, colonnello. Effettivamene fu un ritrovamento importante ed insperato. si sapeva che era li da qualche parte ma non si riusciva a comprendere dove...nessun aveva pensato alla sabbia che poteva averlo ricoperto. Ad ogni modo, credo che solo a fanatici anti-storici siano potute sembrare eccessive le onoranze funebri concesse ai soldati.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 30 Mag 2009 - 9:18

Concordo pienamente con gli interventi precedenti,però non possiamo sottovalutare le ragioni delle proteste delle comunità nere in uno Stato come quello della Carolina del Sud.
Significa,a mio avviso,che in alcune zone degli Stati Uniti le ferite provocate dalla guerra civile e dai rapporti intercorrenti tra bianchi e neri sono purtroppo ancora aperte.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 30 Mag 2009 - 10:25

Si, probabilmente non e' solo il pessimo modo di insegnare la storia, ma come dici Custer, qualche fuoco e' ancora acceso sotto la cenere, inoltre la maggior parte delle organizzazioni razziste negli Stati Uniti, utilizzano la bandiera confederata come loro simbolo. Quindi (soprattutto per i neri) razzismo=confederazione è piu' che mai attuale.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Sab 30 Mag 2009 - 11:04

Ma non per tutti; le associazioni che riuniscono i figli dei veterani confederati hanno diffidato qualsiasi associazione, quale ad esempio il Klan, dall'utilizzare la Southern Cross come simbolo identificativo delle loro rivendicazioni. Vi sono milioni di afroamericani che ben sanno che tale bandiera non ha una diretta correlazione con lo schiavismo (basti pensare a tutti coloro che servono nelle forze armate statunitensi che nelle accademie militari imparano cosa fosse la Confederazione meglio di molte altre persone). Che vi siano ancora associazioni che mantengono la protesta attiva contro questa bandiera è minoritario ed endemico, come ogni strascico polemico del passato, ma è indubio che gli USA hanno fatto la pace con quel passato da molto tempo, nonostante queste "beccatine" da Talk Show del venerdi sera.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 30 Mag 2009 - 11:20

Beall,a quali "beccatine"da Talk Show del venerdi sera, ti riferisci?

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il sottomarino H.L.Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 30 Mag 2009 - 11:51

La questione della bandiera Confederata,negli Stati Uniti,appare un problema controverso e ancora molto sentito,a sfogliare i giornali.Leggetevi questo articolo,in merito,tratto dal "Corriere della Sera".Ma ne ho trovati anche altri.

"Giù dal pennone la bandiera confederata

SUD CAROLINA. Giù dal pennone la bandiera confederata. Per ammainarla ci sono voluti 28 anni: è la bandiera sudista che sventola sulle cupole del Parlamento del Sud Carolina. Esposta nel 1962 per commemorare il centenario della guerra di Secessione, era ritenuta un simbolo razzista dai neri che adesso, dopo anni di battaglia, ne ottengono la rimozione: con il plauso di Clinton la Camera dello Stato ha approvato una legge per rimuovere la bandiera (stelle bianche e strisce diagonali azzurre su fondo rosso), una delle tante usate dall' esercito della Confederazione nella guerra civile persa contro i nordisti. La vicenda aveva raggiunto le prime pagine dei giornali a gennaio, quando 46 mila americani avevano marciato invocando l' ammaina bandiera."
(12 maggio 2000) - Corriere della Sera

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Sab 30 Mag 2009 - 12:18

George Armstrong Custer ha scritto:Beall,a quali "beccatine"da Talk Show del venerdi sera, ti riferisci?

Mi riferivo, naturalmente, alle proteste contro il"funerale di stato confederato" se così si può definire, per i ragazzi del CSS Hunley.

Per quanto riguarda la polemica sulla bandiera o meno confederata, dobbiamo anche tener conto che i giornalisti italiani, in genere, si trovano di fronte all'imbarazzante ed ingrato compito di spiegare queste argomentazioni ad un popolo come quello italiano che è refrattario alla sua stessa storia e che non riesce a comprendere alcun tipo di storia che non gli viene presentata come una sorta di "fast food storico". Come vedete, il giornalista deve spiegare all'italiano addirittura di che bandiera sta parlando, sperando che descrivendogliela possa arrivare a comprendere di cosa sta parlando. Si deve tentare qualche analogia o non si capirà. Ad esempio si deve sottolineare che essa era ritenuta un simbolo di razzismo dai neri (inutile cavillare se tutti o solo alcuni, che importanza èha, è un articoletto riempitivo) maa questo punto perchè non dire che comunque la bandiera è esposta nel Confederate Day che la Carolina Meridionale e tutti gli stati dell'ex Confederazione festeggiano?E' razzista una bandiera e non è razzista la commemorazione di quella bandiera e di quella istituzione? E le statue di Lee, Jackson, e via dicendo allora non sono razziste? Credetemi, amico mio; è folklore. No? be allora perchè non è stata adottata la bandiera della carolina Meridionale antecedente alla Guerra civile? quella tutta blu con la sola luna bianca ed in mezzo la parola Liberty? Perchè adottare la prima bandiera secessionista ? Ovvero ci richiamiamo alla bandiera di una entità schiavista e non quella di una forza armata non direttamente correlata allo schiavismo? Ricorda tanto la polemica che ha portato lo spostamento del monumento ai caduti dell'Armata Rossa in Lituania...tutte questioni di facciata e senza alcuna utilità pratica...chi non era offeso dalla southern cross prima non sarà offeso dalla bandiera secessionista della Carolina Meridionale....chi ne era offeso ora vive tranquillamente sotto la bandiera di uno stato che adottò quella bandiera proprio per il proprio schiavismo....figuratevi....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 30 Mag 2009 - 12:35

Beall,quello che dici sul modo di scrivere dei giornalisti italiani,l'ho notato anch'io.
Il mio intento,alla luce della piccola ricerca che ho fatto, era quello di evidenziare che,negli Stati Uniti, le polemiche sulle bandiere e sulle statue Confederate,esistono ancora al giorno d'oggi.
Per tornare all'argomento,ho letto che l’associazione per i diritti delle persone di colore (Naacp) aveva organizzato un boicottaggio della Carolina del sud, finché non avesse tolto la bandiera sudista dalla cupola del palazzo. Se ne è discusso per quattro anni e, alla fine-come ho riportato nel post precedente- nel 2000, l’assemblea legislativa ha deciso di toglierla, ma non del tutto. Anziché dalla cupola, ora la bandiera confederata sventola su un monumento ai caduti della guerra civile che si trova proprio davanti il palazzo, mentre sul lato sinistro è stata posta una scultura che ricorda la storia e la tragedia degli afroamericani.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Sab 30 Mag 2009 - 12:45

Quesot non fa che rafforzar la tesi del folklore. quattro anni per far garrire la stessa bandiera apochi metri di distanza per farla rimpiazzare da una bandiera che all'epoca stessa della guerra non rappresentava nemmeno una forza armata, ma era la vera e propria bandiera adottata in occasione di una secessione da uno stato schiavista.Bisogna ammettere che la Naacp ha una politica quantomeno curiosa o che noi siamo troppo distanti per aver lo stesso concetto di sensibilità...ad ogni modo, per quanto riguarda i giornalisti italiani, davvero non mi sento di fargliene una colpa; il dramma è che quando si laureano tutti credono di scrivere per una popolazione con facoltà cognitive...poi scoprono che l'Italia è abitata da italiani (perdonate la parolaccia) e non possono che frustrarsi di fronte ad un popolo che va in crisi di fronte alle istruzioni di montaggio di Ikea, figuriamoci a parlargli della Guerra Civile Americana o di qualsiasi altro argomento più complicato della partita di domenica, dell'i-phone nuovo o della battuta di un politico.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Albert S. Johnston il Dom 9 Set 2012 - 17:40

Stand Watie ha scritto: nel corso del combattimento l'Hunley si autoaffondò provocando la morte del suo equipaggio

Si potrebbe precisare la questione dell'affondamento? A me risulterebbe che sia rimasto coinvolto nell'esplosione che aveva provocato e non che si sia autoaffondato (si intende forse nel senso di missione suicida?)
Grazie.

Albert S. Johnston
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 05.09.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:21


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum