L'indomabile gen. John Bell Hood

Pagina 16 di 18 Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17, 18  Seguente

Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 19:03

Ciao Banshee, ciao Daniele  Very Happy Very Happy 


Quello che mi interessava dimostrare è che il Generale Hood non era quel Gentiluomo, stile sudista, come si è cercato di dimostrare.

sempre  sulla battaglia di Nashville, in quanto alla fonte:

http://www.brettschulte.net/CWBlog/2006/08/08/for-cause-and-for-country-part-6/

Messaggio modificato dall'utente P.G.T. Beauregard (Amministratore) il 23/01/2014, ore 19:27.
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 23 Gen 2014 - 19:26

Eliminati e modificati gli ultimi tre messaggi dell'utente Hardee in quanto riportavano integralmente una recensione pubblicata in un blog, visibile comunque al link che ho inserito nel suo ultimo messaggio.

Vorrei invitare tutti gli utenti a limitare al minimo l'utilizzo di interventi in lingua inglese essendo un forum in italiano per italiani, se volete citare ripetutamente dei brani allora cercate di affiancarli ad una traduzione affinché tutti possano capire. Se volete segnalare interi articoli, recensioni o altro in lingua originale potete pubblicare un link.

Grazie,
ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2888
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 19:27

Grazie Generale Beauregard,, evidentemente non completavo nel giusto modo le operazioni.

Signori buonasera.

Non so se avete notato, ma sotto il comando dei Generali Bragg e Hood i subalterni soventemente erano litigiosi, non mi risulta che ciò capitasse sotto il comando del Generale Lee e di qualche altro Generale D'Armata. Se avete notizie su questo argomento sono ben accette.

Sul lavoro si diceva " Quando il direttore sorride è perché ha trovato la persona su cui scaricare la colpa".



Hardee


avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Gio 23 Gen 2014 - 19:28

sarà che sono un pò stanco ma da dove si dovrebbe evincere che Hood non "quel Gentiluomo, stile sudista"?
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Gio 23 Gen 2014 - 19:32

HARDEE ha scritto:Grazie Generale Beauregard,, evidentemente non completavo nel giusto modo le operazioni.

Signori buonasera.

Non so se avete notato, ma sotto il comando dei Generali Bragg e Hood i subalterni  soventemente erano litigiosi, non mi risulta che ciò capitasse  sotto il comando  del Generale Lee e di qualche altro Generale D'Armata. Se avete notizie su questo argomento  sono ben accette.

Sul lavoro si diceva " Quando il direttore sorride è perché ha trovato la persona  su cui scaricare la colpa".



                                                                                                                                               Hardee



il motivo è molto semplice: Lee aveva praticamente carta bianca nello scegliersi i collaboratori. Non è un caso che i piantagrane e gli incapaci furono in breve tempo allontanati dall'ANV ed inviati quasi tutti all'ovest (Loring, Hill, Huger etc)
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 19:40

P.G.T. Beauregard ha scritto:Eliminati e modificati gli ultimi tre messaggi dell'utente Hardee in quanto riportavano integralmente una recensione pubblicata in un blog, visibile comunque al link che ho inserito nel suo ultimo messaggio.

Vorrei invitare tutti gli utenti a limitare al minimo l'utilizzo di interventi in lingua inglese essendo un forum in italiano per italiani, se volete citare ripetutamente dei brani allora cercate di affiancarli ad una traduzione affinché tutti possano capire. Se volete segnalare interi articoli, recensioni o altro in lingua originale potete pubblicare un link.

Grazie,
ciao


Sono perfettamente in accordo, oltretutto è una lingua che sto studiando, quindi presento ancora notevoli difficoltà nella traduzione , io parlo lo Spagnolo e il Francese, ma non li uso nei Forum di lingua Italiana, non vorrei passare come quello che sparge il veleno solo perché possiede l'antidoto.

Provvederò ad usare i link.

Grazie

Hardee

avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 23 Gen 2014 - 19:48

HARDEE ha scritto:
P.G.T. Beauregard ha scritto:Eliminati e modificati gli ultimi tre messaggi dell'utente Hardee in quanto riportavano integralmente una recensione pubblicata in un blog, visibile comunque al link che ho inserito nel suo ultimo messaggio.

Vorrei invitare tutti gli utenti a limitare al minimo l'utilizzo di interventi in lingua inglese essendo un forum in italiano per italiani, se volete citare ripetutamente dei brani allora cercate di affiancarli ad una traduzione affinché tutti possano capire. Se volete segnalare interi articoli, recensioni o altro in lingua originale potete pubblicare un link.

Grazie,
ciao


Sono perfettamente in accordo, oltretutto  è una lingua che sto studiando, quindi  presento ancora  notevoli  difficoltà nella traduzione , io parlo lo Spagnolo e il Francese, ma non li uso nei Forum di lingua Italiana, non vorrei passare come quello che sparge il veleno solo perché possiede l'antidoto.

Provvederò ad usare i link.

                                                                                                                                                  Grazie

                                                                                                                                                 Hardee


Era un avviso rivolto a tutti visto che negli ultimi messaggi si è abbondato con l'inglese. Non ci sono problemi a citare frasi o brevi brani ma qui si stava trasformando la discussione.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2888
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Gio 23 Gen 2014 - 20:25

In alcuni casi è meglio lasciare l'originale per evitare fraintendimenti o travisamenti delle fonti come nel caso da me evidenziato.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 21:01

dan-acw ha scritto:
HARDEE ha scritto:Grazie Generale Beauregard,, evidentemente non completavo nel giusto modo le operazioni.

Signori buonasera.

Non so se avete notato, ma sotto il comando dei Generali Bragg e Hood i subalterni  soventemente erano litigiosi, non mi risulta che ciò capitasse  sotto il comando  del Generale Lee e di qualche altro Generale D'Armata. Se avete notizie su questo argomento  sono ben accette.

Sul lavoro si diceva " Quando il direttore sorride è perché ha trovato la persona  su cui scaricare la colpa".



                                                                                                                                               Hardee



il motivo è molto semplice: Lee aveva praticamente carta bianca nello scegliersi i collaboratori. Non è un caso che i piantagrane e gli incapaci furono in breve tempo allontanati dall'ANV ed inviati quasi tutti all'ovest (Loring, Hill, Huger etc)



Anche il Generale John Bell Hood finì sul Fronte Occidentale.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 21:05

[quote="dan-acw"]sarà che sono un pò stanco ma da dove si dovrebbe evincere che Hood non "quel Gentiluomo, stile sudista"?[/quote



Ciao Daniele Very Happy


[...] but Jacobson emphasizes that Hood was extremely angry, using foul language, seeking to lay the blame on someone, and mainly
finding fault with Cheatham [...]


Il resto lo puoi trovare nel link di un mio precedente intervento.


Hardee


]
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Gio 23 Gen 2014 - 21:40

HARDEE ha scritto:
dan-acw ha scritto:sarà che sono un pò stanco ma da dove si dovrebbe evincere che Hood non "quel Gentiluomo, stile sudista"?[/quote



Ciao Daniele Very Happy


[...] but Jacobson emphasizes that Hood was extremely angry, using foul language, seeking to lay the blame on someone, and mainly
finding fault with Cheatham [...]


Il resto lo puoi trovare nel link  di un mio precedente intervento.


                                                                                                                            Hardee


]

ho già risposto riportandoti quanto Jacobson effettivamente scrive nel suo eccellente libro. Egli non rimarca proprio nulla ma si limita a riportare quanto sostenuto dal Generale Brown dopo la guerra (e Brown non era propriamente uno con la coscienza a posto).
Ma anche volendo ammettere per un attimo che quanto riportato da Brown corrisponda a verità, direi che Hood aveva tutte le ragioni del mondo per essere avvelenato con i suoi generali (del resto Lee non è che fosse molto carino quando si incazzava con i suoi subalterni: vedi ad esempio Pender) e che questo comunque non aggiunga o tolga nulla alla signorilità del personaggio.

Quanto al trasferimento......Hood non fu nè scaricato nè inviato ad ovest (come per i casi citati) ma accettò l'offerta di Davis
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 23 Gen 2014 - 23:27

dan-acw ha scritto:
Quanto al trasferimento......Hood non fu nè scaricato nè inviato ad ovest (come per i casi citati) ma accettò l'offerta di Davis

Ciao Daniele


Il Generale Hood fu inviato dal Presidente Davis   "motu proprio" oppure richiesto dal Generale Johnston?


                                                                                                                                  Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Ven 24 Gen 2014 - 7:07

Fu mandato da Davis, mentre Johnston aveva richiesto Mansfield Lovell. Non fu certo scaricato ad Ovest. Peraltro è da notare che Johnston fu comunque pienamente soddisfatto dalla scelta di Davis a tal punto che nella prima parte della campagna di Atlanta affidò sempre a Hood quella che considerava la zona di operazioni più difficile, mentre Hardee (e Polk poi) dovevano, in un certo senso occuparsi delle operazioni meno impegnative.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Ven 24 Gen 2014 - 10:22

concordo con quanto detto da Banshee ed inoltre mi risulta che Lee non fosse particolarmente felice all'idea di perdere Hood dopo aver già perso McLaws
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Ven 24 Gen 2014 - 11:48

dan-acw ha scritto:concordo con quanto detto da Banshee ed inoltre mi risulta che Lee non fosse particolarmente felice all'idea di perdere Hood dopo aver già perso McLaws

No, infatti, non fu per nulla felice, visto che considerava Hood un eccellente ufficiale.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Ven 24 Gen 2014 - 16:39

Signori Buongiorno.

Come mai perse McLaws ?
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Ven 24 Gen 2014 - 16:45

HARDEE ha scritto:Signori Buongiorno.

Come mai perse McLaws ?

Longstreet ne reclamava la testa dopo i fatti di Knoxville
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Ven 24 Gen 2014 - 23:59

Confermo quanto scritto dall'amico dan-acw. La storia è un pò complicata ma in sostanza McLaws fu accusato formalmente da Longstreet insieme ad altri ufficiali per 7 capi d'accusa e finì sotto corte marziale, peraltro con grande imbarazzo dello stesso Longstreet che al processo non si vide neppure. McLaws fu prosciolto per 6 dei 7 capi d'accusa e ritenuto colpevole per il minore dei capi d'accusa. Fu poi trasferito ad un comando idipendente lontano dal I° corpo d'armata ANV, proprio quando Lee ne avrebbe avuto più bisogno dato che McLaws era un eccezionale senso tattico per la difesa, probabilmente il migliore dell'armata.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Mer 2 Set 2015 - 11:28

Banshee ha scritto:Grazie per la preziosa segnalazione. Aggiungo solo che dopo l'uscita di una numerosa serie di monografie su vari aspetti della campagna di Atlanta o della fallita invasione del Tennessee, il giudizio storiografico su Hood è notevolmente mutato per la maggior  parte degli interpreti.

Banshee

Ringrazio anche Io Dan per la segnalazione e la esauriente recensione.
Aggiungo che già da tempo anche qua sul Forum, l'operato e conseguentemente la figura del Gen. Hood è stata rivalutata, almeno da una parte dei ns utenti.
Il Generale Hood commise le sue "corbellerie" d'accordo, ma una buona parte di esse fu generata dal fatto che la maggior parte dei suoi Generali sottoposti non fu all'altezza della situazione. Inoltre ereditò la guida dell'Armata del Tennessee in una situazione strategica molto complicata.
A mio parere ebbe del coraggio pure ad accettarne la guida vista la situazione...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4002
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Mer 2 Set 2015 - 13:30

dan-acw ha scritto:

...rifiuta gli oppiacei quando può, oppure li prende solamente per dormire...

Beh.. finalmente uno storico riconosciuto come affidabile dagli stimatori del controverso generale asserisce che il gen. Hood faceva uso di oppiacei, sia pur solo per dormire. Questo può spiegare in maniera inequivocabile il suo strano comportamento la notte del 29 Novembre 1864 a Spring Hill.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4032
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Mer 2 Set 2015 - 21:32

Signori Buongiorno


Atlanta  venne evacuata , dall'Armata del Tennessee, il 1 settembre 1864, il 3 settembre il Generale Sherman fece comunicare la notizia: "Atlanta è nelle nostre mani",
questa notizia fu accolta con giubilo in tutto il Nord e ridiede al Presidente Lincoln  la speranza di essere rieletto.

La vittoria di Sherman consentì al generale Geant di pubblicare una lettera aperta nella quale riportava la giustificazione della tattica adottata;  riporto il brano  tratto da l saggio ""Il bianco sole dei vinti"

<< I ribelli ora hanno sotto le armi i loro ultimi uomini. Un uomo perduto da loro non può essere sostituito. Hanno depredato sia le culle che le tombe per mettere insieme la loro attuale armata. Oltre quello che perdono nelle scaramucce  e nelle battaglie, perdono per diserzione o altre cause un reggimento al giorno. Con questa emorragia, la fine non è lontana, se solo vorremmo restare fedeli a noi stessi>>.


Se la strategia di Grant e Sherman era questa: Lee e Johnston gli contrastarono la vittoria, mentre il Generale Hood, purtroppo per L'Armata del Tennessee , gliene fece dono.


                                                                                                                                                                                                      Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Gio 3 Set 2015 - 11:08

Caro Hardee....dissenterei un pò dalle tue conclusioni...
Hood, una volta nominato a capo dell'Armata del Tennessee diede battaglia per tentare di sbloccare la situazione intorno ad Atlanta.
Situazione in cui ce l'aveva posta proprio il Johnston che si era praticamente infilato in un "cul de sac" e non sapeva come uscirne.
Se Hood non riuscì nell'intento, molte colpe sono da addebitare ai suoi Generali sottoposti.
Riguardo alla campagna successiva che in effetti portò alla quasi dissoluzione della sua Armata, apparentemente le responsabilità maggiori parrebbero proprio di Hood, ma stanno anche qui (mi pare) venendo a galla nuovi documenti che presumibilmente potrebbero alleggerire la sua posizione soprattutto riguardo a Spring Hill, nodo cruciale di tale spedizione.

Lee

PS: Sull'operato di Johnston oramai le ricerche più recenti lo retrocedono molto indietro nella scala dei suoi presunti meriti.
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4002
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  HARDEE il Gio 3 Set 2015 - 12:04

Ciao Lee.

Personalmente ritengo arricchente il fatto che le opinioni siano discordanti; come giustamente dici tu stanno emergendo nuovi fatti che possono rimettere in discussione la condotta del Generale Hood, pertanto la discussione è aperta.

Io, per il momento , mantengo le mie opinioni finché non ci saranno fatti tali da mutarle.

In quanto ai sottoposti, devo far notare che nella Campagna di Knoxville le colpe furono addossate tutte al Generale Longstreet , mentre nella Campagna del Tennessee si distribuirono le colpe a pioggia sui sottoposti..

Io so per esperienza so che gli ordini vengono eseguiti meglio , quando si ha che fare con un superiore dal quale non ci si deve difendere, poi è pratica comune addossare la colpa ai sottoposti, solo un animo nobile come il Generale Lee , dopo Gettysburg, non lo fece.

In quanto alla Campagna di Hood nel Tennessee ; spero che i miei sospetti siano confermati, cioè che emerga la responsabilità diretta del Presidente Davis, che credo vero responsabile (e autore) di quel l'infausta a Campagna. Il Generale Hood fu messo a capo dell'Armata perché manovrabile, mentre il Generale Johnston non lo era.



Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1886
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  dan-acw il Gio 3 Set 2015 - 14:12

HARDEE ha scritto:Ciao Lee.

Personalmente ritengo arricchente il fatto che le opinioni siano discordanti; come giustamente dici tu stanno emergendo nuovi fatti che possono rimettere in discussione la condotta del Generale Hood, pertanto la discussione è aperta.

Io, per il momento , mantengo le mie opinioni finché non ci saranno fatti tali da mutarle.

In quanto ai sottoposti, devo far notare che nella Campagna di Knoxville le colpe furono addossate tutte al Generale Longstreet , mentre nella Campagna del Tennessee si distribuirono le colpe a pioggia sui sottoposti..

Io so per esperienza so  che gli ordini vengono eseguiti meglio ,  quando si ha che fare con un superiore dal quale non  ci si  deve difendere, poi è pratica comune addossare la colpa ai sottoposti, solo un animo nobile come il Generale Lee , dopo Gettysburg, non lo fece.

In quanto alla Campagna di Hood nel Tennessee ; spero che i miei sospetti  siano confermati, cioè che emerga la responsabilità diretta del Presidente Davis, che credo  vero responsabile (e autore)  di quel l'infausta a Campagna.  Il Generale Hood fu messo a capo dell'Armata perché manovrabile, mentre il Generale  Johnston non lo era.



                                                                                                                                                                                            Hardee

I fatti ci sono già ed hanno ampiamente rivalutato in maniera diametralmente opposta i generali Hood e Johnston. I fatti  nuovi che emergono non fanno altro che aumentare tale processo, iniziato solamente quando gli storici hanno deciso di lasciare il campo del fantasy per entrare in quello della vera storia. Lo abbiamo ripetuto all'infinito qui sul forum, appena si è andati oltre l'apparenza delle cose (e ci sono andati con documenti alla mano) il giudizio sui due generali è cambiato in maniera esponenziale.
Il non  voler prendere atto di questa evoluzione (ripeto: DOCUMENTATA) vuol dire avere dei preconcetti, preconcetti, che si sa, sono duri a morire.

Il paragone tra la campagna di Knoxville e quella del Tennessee è inappropriato. Longstreet ci provò eccome ad addossare la colpa del fallimento sui suoi sottoposti. Prova ne è che arrestò o mandò sotto corte marziale alcuni dei migliori ufficiali di cui disponesse il I cda ANV: McLaws, Law, Robertson. E con quale risultato? Niente. Tutti prosciolti dalle accuse, con la conseguenza che il fiasco era figlio del "più grande tattico della guerra".
Si veda al riguardo l'eccellente disamina di Robert Krick, uno dei massimi esperti in materia.

Lee si assunse la responsabilità ultima del fallimento come è giusto che fosse, ma questo non vuol dire che le colpe fossero sue. Ebbene più o meno lo stesso fece Hood (che a differenza di Lee ebbe modo e tempo di analizzare le sue campagne). Se uno si prendesse la briga di andare a leggersi le fonti potrebbe vedere che Hood parlava sempre dei suoi fallimenti. Si potranno infatti trovare all'interno della sua autobiografia le parole "il mio fallimento", come quando ad esempio parla delle battaglie intorno ad Atlanta. Insomma un comportamento non tanto diverso da quello di Lee. Entrambi si presero la colpa finale del fallimento delle operazioni
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 878
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Gio 3 Set 2015 - 15:44

HARDEE ha scritto:Ciao Lee.

Personalmente ritengo arricchente il fatto che le opinioni siano discordanti; come giustamente dici tu stanno emergendo nuovi fatti che possono rimettere in discussione la condotta del Generale Hood, pertanto la discussione è aperta.

Io, per il momento , mantengo le mie opinioni finché non ci saranno fatti tali da mutarle.

In quanto ai sottoposti, devo far notare che nella Campagna di Knoxville le colpe furono addossate tutte al Generale Longstreet , mentre nella Campagna del Tennessee si distribuirono le colpe a pioggia sui sottoposti..

Io so per esperienza so  che gli ordini vengono eseguiti meglio ,  quando si ha che fare con un superiore dal quale non  ci si  deve difendere, poi è pratica comune addossare la colpa ai sottoposti, solo un animo nobile come il Generale Lee , dopo Gettysburg, non lo fece.

In quanto alla Campagna di Hood nel Tennessee ; spero che i miei sospetti  siano confermati, cioè che emerga la responsabilità diretta del Presidente Davis, che credo  vero responsabile (e autore)  di quel l'infausta a Campagna.  Il Generale Hood fu messo a capo dell'Armata perché manovrabile, mentre il Generale  Johnston non lo era.



                                                                                                                                                                                            Hardee

Credo (e in assenza di diversa documentazione, non ritengo vi possa essere altra spiegazione) che Johnston fu rimosso da Davis per la sua incapacità di fermare Sherman, di infliggergli significative perdite, a causa della crescente demoralizzazione delle truppe e degli allarmi che provenivano dalle autorità locali. Di certo, Johnston si faceva manovrare eccome dai nemici del presidente Davis.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 16 di 18 Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17, 18  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum