PEA RIDGE, La Gettysburg dell'Ovest

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: PEA RIDGE, La Gettysburg dell'Ovest

Messaggio  Jubal Anderson Early il Lun 16 Gen 2012 - 15:45

R.E.Lee ha scritto:
Ritorno sù questa questione perchè mi pare interessante approfondirla. Premetto che quà ci sono sacco di "se" che magari meriterebbero l'apertura eventuale di un Topic nella sezione dei "se", ma per ora continuo la discussione in questa "sede".

Ipotizzando che i Sudisti avessero vinto a Pea Ridge e che tale vittoria gli avesse aperto le porte per tentare di prendere St.Louis, la suddetta St.Louis andava poi conquistata cosa che, mi pare, già di per se tuttaltro che scontata.
Ammettendo che in qualche modo poi i Confederati avessero espugnato St.Louis, cosa sarebbe poi successo? La città andava difesa da un ritorno di fiamma dei Nordisti. Averla persa sarebbe stato un danno grave per il Nord, sia per il suo valore strategico che per quello politico. Non credo che avrebbero fatto "armi e bagagli" e se ne sarebbero andati di buon grado. Magari, nel frattempo, qualche incursione molto fine a se stessa verso est la cavalleria Sudista sarebbe persino riuscita a compierla ma la cosa si sarebbe fermata lì, secondo me. Non penso infatti che i Sudisti avessero la forza di poter invadere il Nord da quella parte. Si è accertato spesso che i Nordisti riuscirono a penetrare in profondità nei territori dei fronti occidentali grazie all'apporto imprescindibile della navigazione fluviale che costituì sempre, la linfa vitale per le armate Nordiste. IL Sud non aveva neppure una flotta fluviale decente per difendere la città perchè St.Louis, o posta alla confluenza di 2 fiumi, sarebbe stata oggetto di controffensive Nordiste anche dall'acqua che i Sudisti difficilmente sarebbero riusciti a contrastare ed alla fine, i Confederati sarebbero stati costretti ad evacuare la città da loro recentemente conquistata, ammesso e non concesso che non vi sarebbero rimasti addirittura intrappolati dentro.

Ala fine dei salmi secondo me, una "eventuale" sconfitta a Pea Ridge sommata ad un altra (!) eventuale conquista di St.Louis da parte Sudista, avrebbe solo costituito un intralcio risolvibile in brevi tempi dai Nordisti e non avrebbe pesato più di tanto sull'esito globale delle operazioni del Nord nel Trans-Allegheny. Men che meno sù tutta la Cw in generale.

Lee

La conquista di St.Louis avrebbe costituito un problema che molto difficilmente le sole forze di Van Dorn avrebbero potuto risolvere con successo.
Una vittoria a Pea Ridge, avrebbe posto A.S.Johnston di fronte a un problema : sfruttare la vittoria, o non sfruttarla? Perchè, se avesse deciso di sfruttarla, l'unico modo sensato per farlo, sarebbe stato di concentrare le forze confederate negli Stati dell'Ovest (quelle che poi avrebbero combattuto a Shiloh), e farle arrivare presso St.Louis, con l'auspicio di prendere la città in tempi rapidi, e da lì impostare un'offensiva coordinata. Certamente questo avrebbe esposto l'intero fronte del Mississippi all'invasione del Nord ma, come Cesare espose l'Italia al rischio di invasione per portarsi a combattere in Grecia, minacciando i territori più importanti per Pompeo, così Johnston avrebbe potuto rischiare, esponendo un fianco per colpire il fianco nemico.
E qui si innesta un secondo problema. Come far arrivare rapidamente delle forze confederate a St.Louis, calcolando la difficoltà delle linee di comunicazione?
E' escluso che Johnston avrebbe potuto far transitare l'equivalente di un paio di CdA su dei trasporti fluviali, dovendo raccogliere quei mezzi e dovendo allestire una flotta in grado di difendere il convoglio attraverso un corso d'acqua dominato dal nemico. E' anche escluso che Johnston sarebbe riuscito a forzare il guado in qualche modo presso Cairo, o Paduach, o Columbus, per portarsi in Illinois e cadere su St.Louis arrivando da SE. Quindi, l'ipotesi di una marcia sulla riva O del Missisippi, transitando da Memphis, ancora in mano CS, e risalendo verso N, cadendo a St.Louis via Cape Girardeau mi sembra la meno improbabile.
Penso che, in caso di vittoria a Pea Ridge, Johston avrebbe potuto far arrivare l'Armata del Mississippi (all'epoca), nei pressi di St.Louis per i primi giorni del maggio 1862.
Forse, nella sua estrema audacia, questa manovra, avrebbe avuto il vantaggio della totale sorpresa, e forse sarebbe potuta riuscire. Mentre Halleck avrebbe comunque perso tempo e risorse per avanzare sul fronte virtualmente libero, o debolmente presidiato del TN sudoccidentale e MS settentrionale, le due armate CS avrebbero potuto investire St.Louis sbucando fuori quasi dal nulla.
Questo, avrebbe costretto l'esercito unionista a difendere un fronte completamente sguarnito, attingendo forze da altri fronti, almeno inizialmente.
Mi rendo conto che sia il Presidente Davis, che i Governatori di mezza Confederazione si sarebbero opposti in ogni modo a questo piano operativo, ma, vinta Pea Ridge, si poteva decidere anche come ho descritto sopra.
Oppure Johnston avrebbe potuto ignorare l'eventuale vittoria a Pea Ridge, lasciando passivo il Trans-Mississippi, e conservando le forze di Van Dorn per la difesa del settore.
Fatto sta che per prendere St.Louis occorrevano forze che Van Dorn non aveva. E per dare un senso alla conquista della città, immediatamente dopo tale conquista, si sarebbe dovuto far partire un'offensiva diretta da St.Louis, idealmente verso Chicago.
In questo modo, l'intralcio per l'Unione non sarebbe stato risolvibile in tempi brevi, e sospetto sarebbe stato qualcosa più che un semplice intralcio.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum