La ACW nel Sud/Ovest

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Sab 30 Gen 2010 - 10:30

Nel Luglio 1861, il gen. Henry H. Sibley convince J. Davis ad approvare l'invasione del Nuovo Messico da parte di truppe confederate texane con l'obbiettivo plurimo di raccogliere volontari simpatizzanti la causa sudista, occupare gli sguarniti forti nordisti, catturare provviste e rifornimenti del nemico, e cosa non meno importante, il fine ultimo dell'impresa, che era di arrivare sino in California, dove prendere possesso delle miniere d'oro della regione, e occuparne i porti per spezzare il blocco dei commerci marittimi che il il "Piano Anaconda" cominciava a fare pesare ai confederati. Davis approvò senza remore anche perchè Sibley pensava di riuscire a racimolare forze sufficenti con le truppe stanziate già in Texas e via via arruolare i volontari dei territori invasi. Il 9 settembre 1861, cominciò l'invasione confederata con 3.000 fucilieri a cavallo, che già risalivano il Rio Grande.

Gen. H. H. Sibley
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Contrariamente alle aspettative di Sibley, i territori che aveva intenzione di invadere erano abitati da una popolazione mista di nativi, ispanici e anglosassoni con gli ultimi coloni arrivati europei, che vedevano nel Nord interessato alle loro merci e al loro cibo, il principale loro ricco aquirente, e non avevano pertanto alcuna voglia di abbracciare la causa sudista con le sue piantagionidi cotone.

Il governatore territoriale del Nuovo Messico, Henry Connelly chiamò alle armi i suoi cittadini dicendo: " Il vostro Territorio è stato invaso, l'integrità del vostro suolo è minacciata...e il nemico è già alle porte!".
In 4.000 si presentano entro il gennaio 1862 pronti a combattere al comando del colonello Edward Camby, mentre il 2° Reggimento dei Volontari del Colorado marciava in direzione di Fort Garland, situato tra Colorado e Nuovo Messico, per portare rinforzi.

Col. E. Camby
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Continua.


Ultima modifica di Generale Meade il Lun 6 Mag 2013 - 16:01, modificato 3 volte
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Sab 30 Gen 2010 - 14:53

I confederati texasi iniziano l'invasione del Nuovo Messico agli inizi di febbraio e puntano su Fort Craig. Il 21 agganciano le forze unioniste di Camby e le sconfiggono nella battaglia di Valverde. Camby si ritira a Fort Craig. Il forte è ben protetto e temibile da esugnare, e pertanto Sibley lo evita e punta verso nord, lungo la valle del Rio Grande, fiducioso del suo piano.
Arriva fino ad Albuquerque e li trova un magazzino unionista fatto esplodere e abbandonato. Decide ugualmente di stabilire lì il quartier generale, nonostante il nemico alle spalle. Decisione che poi rimpiangerà. Manda il 5° Reggimento del Texas (200/300 uomini) a occupare la capitale del Nuovo Messico, Santa Fe, con l'ordine di proseguire poi sulla roccaforte unionista di Fort Union, a nordest della città.

Conquistata Santa Fe, a metà strada per Fort Union l'avanguardia confederata stabilisce il campo a Johnson's Ranch, sul Glorietta Pass, posizione fortemente strategica sulle brulle e fratagliate montagne Sangre de Cristo, posto ideale per praticarci la guerriglia.
I nordisti intanto ricevono ulteriori rinforzi da parte di 900 minatori del Colorado partiti da Denver che in 13 giorni, con una marcia di 640 km, l'11 marzo giungono a Fort Union.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Continua


Ultima modifica di Generale Meade il Dom 11 Apr 2010 - 22:55, modificato 2 volte
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Giancarlo il Sab 30 Gen 2010 - 18:50

Cavolo ragazzi Sibley doveva essere un vero "personaggio", visto che faccia che aveva? A prima vista sembra il principe De Curtis con barba e baffi.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 30 Gen 2010 - 18:51

Sembra lo stereotipo del generale inglese delle colonie indiane!!!

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3214
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Sab 30 Gen 2010 - 22:07

Galvanizzato da tali rinforzi e dall'arrivo di truppe regolari e volontari provenienti dal Nuovo Messico, il comandante di Fort Union, colonello John P. Slough, ignorando bellamente gli ordini di Camby che gli intimavano di restare al forte, muove verso Santa Fe. Il 25 marzo l'avanguardia di tale colonna, comandata dal maggiore John Chivington ( il responsabile del triste massacro dei cheyenne di Black Kettle sul Sand Creek), stabilisce il campo a Kozlowski's Ranch, sulla strada per Santa Fe, a circa 6 km est dal Glorieta Pass.

La mattina del 26, un gruppo in ricognizione di nordisti comandati da Chivington cattura un gruppetto di confederati nei pressi di Glorieta Pass, e si mbatte nel 5° Reggimento del Texas guidato da Sibley in persona. I confederati reagiscono bombardando i nordiste con due cannoni che avevano al seguito, ma i nordisti fanno tuonare la loro artiglieria pesante, che convince in breve i Texsani a ritirarsi. Così finisce questa scaramuccia chiamata "Apache Canyon". Nell'inseguimento che ne segue, i federali fanno ulteriori 70 prigionieri che vengono condotti al campo base nordista dove li attendeva Slough che ricevuti ulteriori rinforzi ora aveva 1.300 uomini circa in tutto, che saputa la notizia si incoraggiarono sollevandosi un pò il morale.
I confederati superstiti dello scontro dal canto loro si barricarono a Johson's Ranch e attesero rinforzi, che arrivano il giorno dopo comandati dal colonello William Scurry, portando il numero dei confederati a 1.100 circa. Si decide ora l'esito del successo o meno dell'invasione confederata.

I federali mettono giù un piano di battaglia in cui Chivington e il tenente colonello Manuel Chavez, al comando di 450 uomini si sarebbero piazzati sull'elevata Glorieta Mesa per attaccare di fianco i confederati non appena Slough con il grosso dei federali avesse attaccato il nemico di fronte. All'alba del 28 a mattina però, Scurry guida i confederati lungo la la pista di Santa Fe per intercettare il nemico (lasciando 70 carri co i rifornimenti a Johonson's Ranch), che trova a metà mattina mentre sono intenti a riempire le borracce d'acqua a Pigeon's Ranch. Sono gli uomini di Slough che avrebbero dovuti attaccarli frontalmente.
I nordisti ignari della vicinanza dei confederati, si ritrovano investiti dal fuoco nemico e frettolosamente abbozzano una linea difensiva a ovest del Ranch.
Dopo tre ore di combattimenti i nordisti sono costretti dalla pressione confederata a ripiegare a est del Ranch, dove si continua a combattere tutto il giorno, trovando la sera le truppe di entrambi i contendenti esauste. Slough ordina la ritirata verso il campo base, lasciando i sudisti padroni del campo.

Continua.


Ultima modifica di Generale Meade il Dom 31 Gen 2010 - 13:19, modificato 2 volte
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Sab 30 Gen 2010 - 23:27

J. P. Slough

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

William Scurry

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

La gioia dei confederati per la vittoria è di breve durata.

Intanto che attendeva con Chivington l'attacco mai avvenuto di Slough, Manuel Chavez era riuscito con i suoi esploratori a localizzare il quartier generale confederato nel vicino Johonson's Ranch con il relativo convoglio dei rifornimenti, che rimaneva praticamente incustodito.
Rimane oscuro quello che accadde successivamente. Chivington si prese il merito di aver odinato ai suoi di scendere immediatamente nel Ranch per distruggere i convogli con i relativi rifornimenti, liberando muli e cavalli. Conoscendo la personalità di Chivington ho forti dubbi su di chi sia il reale merito di tale azione, che si può dire diede una svolta decisiva alla sconfitta confederata.
Messo a conoscenza del disastro, Scurry non potè far altro che ritirarsi a Santa Fe, e poi oltre sino al Texas. Tale tragica ritirata ricorda quella di Napoleone, con naturalmente i vari distinguo. A far morire di stenti e sete i confederati non fù il "Generale Inverno" ma il caldo, al posto dei Cosacchi che infierivano sulla "Grand Armee" troviamo i federali che li tallonavano da vicino, e gli indiani Apache in cerca di facili scalpi, e naturalmente il numero dei morti, che se nella ritirata napoleonica furono di 500.000, quì furono "solo" di oltre due terzi dei confederati partiti per la mancata invasione.

Il numero esiguo dei soldati impiegati in questo particolare teatro di guerra (4.000 nordisti e 3.000 sudisti) porta a trascurare quanto accaduto nel Sud/Ovest degli USA durante la ACW nel 1862, ma riflettendoci bene, se il colpaccio forse riuscito a Sibley, io penso il Sud avrebbe perso lo stesso la guerra, con i federali che però avrebbero dovuto impiegare molte più ingenti risorse sia umane che materiali per venirne a capo.

I principali protagonisti di Glorieta Pass non fecero una bella fine al termine della ACW.

Sibley divenne il capro espiatorio dei confederati e fù ridotto a incarichi minori diventando alcolizzato, condannato da una corte marziale per codardia morì in miseria. Se fù colpevole, lo fù nell'aver sottovalutato la gente rude del Far West, che non ne voleva sapere di piantagioni e schiavismo, ma preferiva l'individualismo e il sogno americano di farsi da se. Infatti i volontari ci furono, ma preferirono combattere con i federali.

Camby restò ucciso a tradimento nella rivolta degli indiani Modoc nel 1873.

Chivington fù condannato da una corte marziale per i fatti del Sand Creek.

Slough, divenuto presidente della corte suprema del Nuovo Messico, rimase ucciso nel 1867 in una rissa.

Fine.


Ultima modifica di Generale Meade il Dom 31 Gen 2010 - 13:12, modificato 1 volta
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Mason&Dixon il Dom 31 Gen 2010 - 11:25

Caro Meade,
Devo dire che la campagna dell'invasione del Nuovo Messico e' stata quanto meno avvincente, con personaggi dall'aspetto pittoresco, direi...sicuramente, sono d'accordo con te che non avrebbe cambiato le sorti della guerra. Pero', si nota proprio che in quei lontani territori "sperduti" non c'erano gli echi come della guerra condotta all'Est.
Storia interessante, mi e' piaciuta.

Ciao,Mason&Dixon
avatar
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 338
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Dom 31 Gen 2010 - 13:11

Caro Mason&Dixon,

mi trovo d'accordo con tè. Sembra che la ACW nel West faccia storia a se e non rientri nel contesto generale. Curiosa impressione.

Ciao, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  R.E.Lee il Dom 31 Gen 2010 - 19:24

Generale Meade ha scritto:

"....Il numero esiguo dei soldati impiegati in questo particolare teatro di guerra (4.000 nordisti e 3.000 sudisti) porta a trascurare quanto accaduto nel Sud/Ovest degli USA durante la ACW nel 1862, ma riflettendoci bene, se il colpaccio forse riuscito a Sibley, io penso il Sud avrebbe perso lo stesso la guerra, con i federali che però avrebbero dovuto impiegare molte più ingenti risorse sia umane che materiali per venirne a capo....."

.

caro meade,
innanzi tutto ti faccio i miei complimenti per l'ottimo lavoro !! Smile e poi, una volta tanto....sono d'accordo con te.. cheers il tentativo di sibley era degno di nota e studiato con un acuto senso strategico. si trattava di aprire alla confederazione, un altra via "di servizio" per i rifornimenti. non sò se questo sarebbe stato alla lunga un intralcio pericoloso per gli obbiettivi nordisti però, quando cadè vicksburg anche questa "porta di servizio" avrebbe perso molta della sua importanza.


ciao
lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3943
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Generale Meade il Dom 31 Gen 2010 - 19:32

Caro Lee,

la penso esattamente come tè (finalmente!!!!!!!!!!!). Il tentativo di Sibley, anche se vittorioso era destinato ad atrofizzarsi con la caduta di Vicksburg, a meno chè il baricentro principale della strategia dei confederati nella ACW non si fosse spostato a ovest, con grave pericolo per la loro capitale e la Virginia in generale, con grande disappunto di Lee. Inimmaginabile.

Saluti, Meade.


Ultima modifica di Generale Meade il Gio 18 Mar 2010 - 17:19, modificato 1 volta
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  R.E.Lee il Dom 31 Gen 2010 - 19:37

ohibò... Sad .rovescio della medaglia....visto che almeno in questo topic siamo d'accordo, come facciamo ad "azzuffarci" sù questo argomento??? Question ......beh...qualcosa m'inventerò.... Rolling Eyes Rolling Eyes


ciao
lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3943
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Battaglia di Valverde

Messaggio  Generale Meade il Mer 18 Ago 2010 - 15:35

Per difendere il Camino Real (la Santa Fe/Mexico City) dai continui attacchi dei nativi, venne costruita negli anni 50 tutta una serie di fortini nel Nuovo Messico. I forti Marcy, Conrad, Craig, Stanton, Filmore e Webster arrivavano dal Colorado al confine messicano. Vennero costruiti altri 2 forti, Buchanan e Breckenridge nel 1857 e nel 1860 per proteggere la Butterfield Overland Mail che attraversava il pericoloso "Apache Pass".

Quando il colonnello unionista E. Camby venne a conoscenza dei progetti di invasione dei confederati, radunò le poche forze a sua disposizione a Fort Craig, situato sul Rio Grande a 160 Km a sud di Albuquerque, e li restò in attesa di Sibley e dei suoi 2.600 fucilieri a cavallo.

Fort Craig

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Mappa della campagna di Sibley

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

I confederati arrivano il 13 febbraio 1862 e prendono posizione schierandosi nei pressi del Forte, sperando di riuscire ad attirare i federali in uno scontro in campo aperto, ma Camby non si fida della combattività di 1.500 volontari facenti parte dei 3.000 uomini ai suoi ordini e preferisce restare in attesa dentro le solide mura del Forte.

Dopo alcuni gioni passati così, Sibley, a corto di rifornimenti e non potendo aspettare a tempo indeterminato le mosse dell'avversario, decide di provocarlo frapponendosi tra il Forte e il guado a nord da dove arrivavano i rifornimenti agli unionisti. Si apprestava pertanto a fare la mossa quando Camby, accortosi del pericolo, decide di dar battaglia.

In questa ricostruzione si notino le pittoresche divise usate dai re-enactmen texani:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La mattina del 20 Camby si schiera a nord del Forte e sorprende i confederati in procinto di attraversare il fiume. Li bombarda con i suoi 6 pezzi di artiglieria e li costringe momentaneamente a fermarsi e a ripararsi dal fuoco nemico.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Nel primo pomeriggio i confederati reagiscono con un attacco di lancieri (simile agli attacchi che la cavalleria messicana lanciava contro gli americani durante la guerra col Messico) agli ordini del capitano W.L. Lang sulla destra dello schieramento nordista, che però si infrange contro il fuoco concentrato delle truppe federali, falciandoli inesorabilmente.

Alle tre del pomeriggio Camby, galvanizzato dai parziali successi, cerca di sfondare le linee avversarie con un attacco frontale e alla sinistra dei confederati. Alla destra degli unionisti però parte un attacco di cavalleria guidato dal col. G. Raguet che vuole cercare di neutralizzare l'artiglieria nemica e catturarla. Si raggiunge così il culmine dello scontro con violenti, feroci e sanguinosi corpo a corpo, ma alla fine i confederati la spuntano. I cannoni sono nelle loro mani.

Per i nordisti è la catastrofe, sono costretti a ritirarsi precipitosamente martellati dal fuoco dei loro stessi cannoni e a rinchiudersi dentro le mura di Fort Craig.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 3 Feb 2011 - 0:04

Henry Hopkins Sibley e il suo comando ricevettero il ringraziamento del Congresso Confederato il 16 aprile 1862 "per le completi e brillanti vittorie ottenute sul il nostro nemico in New Mexico" affraid

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3214
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La ACW nel Sud/Ovest

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum